notification icon
App italiani.it
Tutto il meglio di italiani.it sul tuo telefono
Installa

Le farmacie storiche di Firenze rappresentano uno degli aspetti caratteristici della lunga e ricca storia del capoluogo toscano. L’arte degli speziali era infatti anticamente una delle sette Arti Maggiori Fiorentine, riconosciuta tale già dal 1266. E il famoso orto botanico Giardino dei Semplici è il terzo più antico del mondo dopo quelli di Pisa e Padova, con le sue erbe, la sua storia, la sua antica tradizione di piante medicinali. Era stato creato dai Medici nel 1545, e tra Cinquecento e Seicento ebbe un periodo di grande splendore perché qui si coltivavano e si studiavano infine varietà di piante medicamentose. Ma già circa cinquant’anni prima a Firenze era nata una delle prime raccolte di ricette di medicinali. Ecco perché proprio qui nascono le prime officine farmaceutiche, e non a caso a Firenze esiste una vera e propria via degli Speziali.

L’officina profumo-farmaceutica di Santa Maria Novella e il suo museo

Tra boccette e polveri colorate, bilancini di precisione e antichi vasi di vetro trasparente i cui contenuti sanno e profumano di storia della medicina e della farmacia, andiamo alla scoperta delle più antiche e caratteristiche farmacie storiche di Firenze. A cominciare dall’officina profumo-farmaceutica di Santa Maria Novella, in via della Scala, la farmacia più antica d’Europa. Si tratta di una vera e propria farmacia-museo, un’antica spezieria che proprio nel 2021 ha festeggiato i suoi otto secoli. Era infatti l’11 novembre del 1221 quando i frati domenicani (un ordine religioso particolarmente dedito alla cura dei malati) arrivarono qui da Bologna e in un piccolo terreno, fuori dalle mura della città, cominciarono a coltivare piante e produrre medicinali per il loro convento. I domenicani producevano l’acqua di rose come disinfettante già nel 1381. Dovevano passare però oltre 200 anni, e siamo quindi all’inizio del XVII secolo, perché un frate – buon conoscitore di spezie e aromi – pensasse di fare di questa arte un commercio, vendendo ai fiorentini e a chi passava per Firenze medicine, profumi, elisir, pomate, balsami.

museo farmacia santa maria novella
Il Museo dell’officina profumo-farmaceutica di Santa Maria Novella (ph credit: Sailko, CC BY-SA 3.0)

Questo commercio, nonostante la soppressione del convento nell’Ottocento, non si è fermato. L’attività si svolge ancora negli antichi spazi monumentali, ricchi di preziosi arredi e decorazioni che risalgono a varie epoche. Oggi non è più una farmacia ma una profumeria-erboristeria e un museo. Conserva una importante collezione di materiale scientifico oltre agli affascinanti vasi da farmacia. Alcuni risalgono al Seicento. Tra vasi di ceramica, alambicchi, bilance, mortai, misurini, la visita all’Officina di Santa Maria Novella è un viaggio all’indietro alla scoperta degli strumenti usati anticamente per sintetizzare profumi e medicinali.

La farmacia dell’inventore del borotalco

Storica e affascinante è anche la Profumeria Farmacia Inglese, in via Tornabuoni. Risale all’Ottocento ed è stata fondata dall’inventore del borotalco, creato proprio a Firenze dal farmacista inglese Henry Roberts. Lussuosa e raffinata, questa farmacia si distinse da subito non solo per la novità del borotalco, ma anche per i prestigiosi profumi e liquori che si potevano trovare già all’epoca. A distanza di tanti anni gli spazi sono ancora bellissimi. Lampadari in alabastro, pannelli in legno di mogano ne fanno un luogo di grande fascino anche oggi. Il Comune di Firenze l’ha inserita tra i 57 esercizi storici della città.

farmacie storiche più antiche 
 - farmacia canto alle rondini
Farmacia storica Canto alle Rondini (ph credit: Sailko, CC BY 3.0)

Arredi neogotici contraddistinguono la farmacia del Canto alle Rondini. Sorge dove si trovava l’antica spezieria di Matteo Palmieri che nei suoi anni, siamo nel XV secolo, pur essendo un umanista e politico, prima di darsi alla vita pubblica esercitò l’arte paterna dello speziale. Il curioso nome “Canto alle Rondini” deriva dal fatto che in questa zona c’era un palazzo d’angolo con sullo stemma tre rondini d’argento. Molto antica anche la storia della farmacia Santissima Annunziata, spezieria dal 1561. L’origine anche in questo caso è monastica, l’antica spezieria aveva sede in un immobile di proprietà delle monache di San Niccolò. Diventa farmacia nel 1876 e conserva preziosi arredi che risalgono al Seicento. Firenze, città di storia, di cultura, di arti, di mestieri e di farmacie. Fra le più belle e le più antiche.

(ph credit immagine in evidenza: pagina fb Officina profumo-farmaceutica di Santa Maria Novella)

A Firenze le farmacie storiche più antiche d’Europa ultima modifica: 2021-12-15T15:30:00+01:00 da Cristina Campolonghi

Commenti

Subscribe
Notificami
2 Commenti
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x