L’Agenzia Spaziale Italiana, meglio nota come l’ASI nata nel 1988 per armonizzare le forze e gli investimenti del settore spaziale del nostro paese, che opera da circa sessant’anni nel settore, è un ente pubblico che lavora  sotto l’egida del Ministero dell’Università e della Ricerca italiana.

agenzia spaziale italiana, satellite

In appena venti anni l’ASI è diventata leader nel settore della scienza spaziale internazionale, diventando una delle eccellenze più apprezzate del nostro paese riguardo alle tecnologie satellitari, e lo sviluppo di mezzi per raggiungere ed esplorare il cosmo. Dal desiderio d’esplorare l’universo, alla ricerca di nuove tecnologie, lo spazio oggi è la dimensione ideale che consente all’orizzonte della mente umana di sognare di conoscere davvero mondi ancora ignoti.

Agenzia Spaziale Italiana partner della NASA

L’Italia è il terzo paese che contribuisce maggiormente all’Agenzia Spaziale Europea, ed è leader mondiale, infatti, l’Italia ha partecipato con la NASA alle più importanti missioni degli ultimi anni.

agenzia spaziale italiana, astronauta
Uno dei progetti più significativi è la costruzione della Stazione Spaziale Internazionale, dove gli astronauti italiani hanno dimostrato grandissima professionalità. La comunità scientifica italiana ha ottenuto successi di notevole rilievo nel settore, compiendo “step” decisivi verso la comprensione del fenomeno dei gamma ray bursts, così come nello studio delle sorgenti di raggi gamma. L’ASI costruisce strumenti e parti di essi che viaggiano nelle sonde NASA ed ESA atte all’esplorazione di Marte, Giove, Saturno, e sarà presente nelle principali missioni spaziali del futuro.

Spazio, ambiente e sviluppo economico

Dallo spazio, osservando la Terra, è possibile prevedere e prevenire disastri ambientali, monitorare il mutamento climatico, e l’Italia è capofila con sistemi come Cosmo Sky-Med per lo studio del nostro pianeta. Non trascurabile è l’opportunità economica che si prospetta riguardo alle telecomunicazioni e la navigazione satellitare, poiché l’ASI, con la sua esperienza nella costruzione messa in orbita di satelliti, lavora perché il Paese sia pronto all’uopo.

Recentemente il Centro Italiano Ricerche Aerospaziali (CIRA) ha eseguito delle prove nel Plasma Wind Tunnel “Scirocco”, per l’azienda statunitense Sierra Nevada Corporation (SNC), riguardo lo sviluppo di un velivolo spaziale NASA per trasportare rifornimenti sulla Stazione Spaziale Internazionale. I componenti sottoposti a test sono dimostratori tecnologici in scala reale del sistema di protezione termica del Dream Chaser, per la fase di rientro nell’atmosfera, quella più critica. L’impianto ha dimostrato di essere un’eccellenza unica al mondo; alimentato da un riscaldatore ad arco di 70 MW di potenza elettrica massima è in grado di generare un getto di plasma fino a 2 m di diametro, 12 Mach di velocità e 10.000 gradi Kelvin, e di ospitare modelli grandi fino a 60 cm di diametro.

Secondo Steve Lindsey Vice Presidente dei Programmi SNC, i test effettuati al CIRA hanno confermato che il Dream Chaser sarà in grado di rientrare in sicurezza in atmosfera atterrando in pista, che è la parte più delicata di una missione, e ciò sarà possibile anche grazie alla grande tecnologia espressa da un’eccellenza italiana in continua crescita non solo nella stima internazionale, ma soprattutto nei notevoli risultati scientifici raggiunti.

Nasa e agenzia spaziale italianaQuesti test con Sierra Nevada, frutto di una collaborazione coesa e proficua nel tempo e nei risultati, dimostrano come il CIRA rappresenti un asset fondamentale del sistema spaziale italiano che può attrarre i più importanti clienti in quella che è la new space economy in grande ascesa. Pertanto i considerevoli risultati raggiunti, non solo ci inorgogliscono come italiani per questa fantastica struttura di ricerca per cui sono stati programmati nei prossimi tre anni degli investimenti molto importanti, ma ci incoraggiano a crescere come Agenzia Spaziale Italiana.

Per avere il top della tecnologia, è fondamentale lavorare con i migliori, ed essere partner privilegiati del lavoro d’ingegneria spaziale che oggi è numero uno, e l’Agenzia Spaziale Itlaiana oggi è sicuramente tra i migliori.

Simona Aiuti

Autore: Simona Aiuti

Mi chiamo Simona Aiuti, sono web editor, giornalista, autrice di romanzi.
Amo la letteratura, lo sport l’arte, e i mutamenti del costume.
Amo andare nei musei, sono curiosa del mondo e oltre a scrivere, amo molto leggere e imparare.

Agenzia Spaziale Italiana leader mondiale e partner NASA ultima modifica: 2018-05-30T09:00:16+00:00 da Simona Aiuti

Commenti