notification icon
App italiani.it
Tutto il meglio di italiani.it sul tuo telefono
Installa

Andrà tutto bene! Questa frase gira, da qualche giorno, scritta su post-it colorati per tutte le città italiane. Facciamola diventare il nostro motto in questo periodo duro e buio. In questa situazione nella quale nessuno di noi avrebbe mai immaginato ci si sarebbe ritrovati. Ripetiamola dentro di noi, quasi a convivercene. Pronunciamola, sorridendo, verso chi ci deride, sbeffeggia e denigra. Verso chi ci fa vignette e meme ridendo di questa nostra ‘sventura’. Che, in realtà, non è solo nostra ma riguarda, purtroppo, tutto il mondo, da est a ovest. Ed è proprio la dimensione globale di questo fenomeno che dovrebbe, una volta per tutte, farci capire che siamo tutti fratelli, tutti uguali, da nord a sud. E che dovrebbe, una volta per tutte, stimolare quei valori di fratellanza, solidarietà, empatia. Andrà tutto bene, ne siamo certi!

andrà tutto bene: nuove indicazioni coronavirus

Senso civico e buon senso, nel rispetto di tutti

Il coronavirus sta dilagando in tutto il nostro paese, con casi in ogni regione d’Italia e con l’allargarsi delle zone rosse. Il Governo e le regioni stanno emanando nuove misure straordinarie per contenere il virus e che noi vi invitiamo calorosamente a rispettare. Sono pochi divieti, poche accortezze, ma fondamentali per la salvaguardia di tutti. Uscire di casa solo se strettamente necessario. Non lasciare le zone rosse. Rispettare la quarantena se si hanno sintomi o se si è stati in una zona a rischio. Non frequentare luoghi affollati ed evitare assembramenti di persone. Mantenere una distanza di almeno un metro dagli altri. Oltre che rispettare tutte le norme igieniche di cui vi abbiamo parlato. In fin dei conti, non ci si chiede molto. Ma avere solo senso civico e buon senso nel rispetto di tutti.

La solidarietà ai tempi del Covid-19

Se per un verso dobbiamo cercare quanto possibile di rimanere separati fisicamente, dall’altro cerchiamo di essere uniti col cuore e con l’anima. D’altronde si sa che gli italiani sono un popolo dal cuore d’oro. E anche in questa situazione estremamente difficile e delicata non mancano di certo dimostrazioni di generosità e altruismo. Da chi porta la colazione, il pranzo e la cena e lascia messaggi di ringraziamento e incoraggiamento ai medici e infermieri a Piacenza. Al pizzaiolo napoletano che prepara pizze gratis per gli operatori sanitari di Milano. Senza dimenticare le amministrazioni comunali e volontari che offrono servizio di consegna a domicilio di spesa e medicine. E le associazioni di volontariato, come la Terra di Piero di Cosenza, che si offre anche di andare a pagare le bollette per conto degli anziani, ai quali si raccomanda vivamente di non uscire di casa.

andrà tutto bene. post it

Inoltre, in un periodo in cui gli italiani e tutto ciò che è italiano viene ripugnato dal resto del mondo, ecco che la Coldiretti lancia la campagna #mangiamoitaliano. Perché la qualità dei prodotti made in Italy non viene di certo meno in tempi di Coronavirus: i nostri formaggi, salumi, vini, oli, la nostra pasta, carne e verdura rimangono tra i più buoni del mondo. Perché abbiamo ancora 297 prodotti Dop e Igp e 415 vini Doc e Docg, rigorosamente virus free. 60.000 aziende leader nel settore biologico e 40.000 impegnate della protezioni di semi a rischio estinzione. Perché con i nostri 55 siti patrimonio dell’umanità dell’UNESCO deteniamo, insieme alla Cina, ancora il record mondiale. Perché ci possiamo ancora e per sempre vantare delle bellezze artistiche, architettoniche, naturali, culturali, letterarie del nostro Paese. Che nessuno se lo dimentichi o lo metta in discussione.

Andrà tutto bene, sì!

E se c’è un’altra cosa che, sicuramente, il resto del mondo ci invidia è il nostro sano umorismo e l’autoironia. I social network sono pieni di frasi simpatiche, battute e vignette scherzose. Oltre che video che sprigionano energia positiva e invitato tutti a rimanere ottimisti. Perché se c’è un’altra cosa che noi italiano sappiamo fare è ridere di noi stessi. È rialzarci dopo una caduta, risollevarci dopo una sconfitta più forti di prima. E ci riusciremo anche questa volta. Sì. Se manteniamo la calma, seguiamo le raccomandazioni che ci inviano le istituzioni, rispettiamo le regole che ci sono state date dal Governo. E se rimaniamo uniti, anche se a un metro di distanza gli uni dagli altri. Andrà tutto bene.

#l’Italianelcuore

Serena Villella

Autore: Serena Villella

Serena di nome e di fatto. Appassionata e paziente. Una laurea triennale in Lingue Moderne e una specialistica in Interpretariato e Mediazione Interculturale. Amante della vita e irrimediabile sognatrice. “Vedo orizzonti dove gli altri disegnano confini”.
Andrà tutto bene, uniti anche se a un metro di distanza ultima modifica: 2020-03-08T19:29:00+01:00 da Serena Villella

Commenti