Una storia di amicizia, di amore e di umanità tra due adolescenti è il libro vincitore della prima edizione del premio letterario Campiello Junior. La scrittrice Antonella Sbuelz si è aggiudicata il Premio con il libroQuesta notte non torno” (Feltrinelli). L’annuncio – la cerimonia di premiazione si terrà a Venezia a settembre in occasione del Premio Campiello – nel corso di un evento nel Campus di H-Farm a Roncade in provincia di Treviso. Dei tre finalisti, il libro vincitore ha ottenuto 62 voti sui 146 inviati dalla giuria popolare che era composta da ragazzi dell’ultimo anno delle scuole primarie e del triennio delle scuole secondarie di primo grado. Al secondo posto si è classificata Chiara Carminati con il libro “Un pinguino a Trieste” (Bompiani) con 61 voti, al terzo Quarzo – Vivarelli con il libro “La scatola dei sogni” (Editoriale Scienza) con 23 voti.

La storia dell’amicizia tra due adolescenti con sullo sfondo le vicende drammatiche legate alla rotta balcanica

“Questa notte non torno” racconta l’amicizia, nata quasi per caso, tra due giovani ragazzi, Mattia e Aziz. Il loro è un incontro notturno, Mattia scappa di casa e trova Aziz che in Italia è arrivato dopo un lungo viaggio. Dorme all’aperto, vicino ad una siepe, è solo e affamato. Qui comincia la storia della loro amicizia. Mattia accoglie Aziz, che è afgano, nel suo rifugio segreto, lo aiuta, si prende cura di lui e si fa raccontare la sua storia. Una storia che sembra apparentemente simile a tante altre e che invece avrà dei risvolti inaspettati. Aziz infatti non è affatto chi sembra. Finale a sorpresa.

Campiello Junior - Questa notte non torno

L’autrice, Antonella Sbuelz, è nata e vive a Udine dove insegna Lettere in un liceo scientifico. Scrive fin da quando era bambina, come spiega nel suo profilo, e dopo aver cominciato con la poesia, ha sentito la necessità di raccontare storie. Questa notte non torno “E’ un romanzo di formazione – sono parole dell’autrice – che racconta la fatica di crescere, intrecciando le vite di due adolescenti diversissimi fra loro. Sullo sfondo, la rotta balcanica e i suoi drammi”.

Prima edizione di un premio letterario che nasce per contribuire alla crescita culturale dei ragazzi

Il Campiello Junior, per opere italiane di narrativa e poesia scritte per ragazzi tra i 10 e i 14 anni, è frutto della collaborazione tra la Fondazione Campiello e Pirelli, e nasce con l’idea di avvicinare i giovanissimi all’amore per la lettura e la letteratura. E per dare spazio, spiega Enrico Carraro, presidente della Fondazione Il Campiello e di Confindustria Veneto, “Al talento degli scrittori che si dedicano alla narrativa e alla poesia per ragazzi, contribuendo così alla loro crescita culturale e stimolandone la creatività”.Un incontro tra impresa e cultura, tra vecchie e nuove generazioni”, aggiunge Maria Cristina Gribaudi presidente del Comitato di Gestione del Premio. Con l’obiettivo, sottolinea Antonio Calabrò direttore della Fondazione Pirelli,  che bambini e ragazzi “Imparino presto, il più presto possibile, la bellezza feconda del leggere e dunque immaginare, scoprire, progettare. È questo il contesto in cui è nato, e spero crescerà, il Premio Campiello Junior”.

La giuria del Premio era presieduta dallo scrittore Roberto Piumini e composta da Chiara Lagani, Martino Negri, Michela Possamai, David Tolin.

Campiello Junior: vince Antonella Sbuelz con “Questa notte non torno” ultima modifica: 2022-05-07T12:31:55+02:00 da Cristina Campolonghi

Commenti

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x