notification icon
App italiani.it
Tutto il meglio di italiani.it sul tuo telefono
Installa

Scopriamo chi è Giorgio Armani: lo stilista più pagato al mondo e uno degli uomini più ricchi d’Italia. Lo stilista ha 85 anni, delle origini umili e un carattere davvero forte.
Sempre capace di andare contro corrente!

Biografia

Giorgio Armani è nato a Piacenza l’11 luglio del 1934. Cresce nella città natale con la famiglia ed è qui che riesce a frequentare le scuole superiori e nel 1953 si diploma. Si iscrive all’università e per due anni frequenta Medicina alla Statale di Milano. Una volta lasciati gli studi, trova lavoro come commesso per i grandi magazzini “La Rinascente”.
Nello stesso periodo lavora come assistente fotografo fino al momento in cui non decide di accettare un lavoro nell’ufficio promozioni di un’agenzia di moda. Qui cresce la sua conoscenza nel mondo della moda introducendo stoffe provenienti dall’estero non solo per i milanesi ma per tutti gli italiani.

L’inizio della sua carriera

Senza avere particolari esperienze, nel 1965 viene assunto da Nino Cerruti per ridisegnare le linee del marchio Hitman. Qui disegna una nuova tipologia di giacca, più semplice e adatta a molte esigenze.
Negli anni successivi comincia una carriera come “freelance” diventando disegnatore di moda e consulente per le aziende del settore. 

foto in bianco e nero di Giorgio Armani

Nel 1974 il suo nome appare per la prima volta su un marchio di abbigliamento in pelle: Sicons con la linea Armani by Sicons. Da qui l’inizio di una florida carriera con il marchio personale arrivato dopo numerosi successi e buoni riscontri da parte del pubblico.

Giorgio Armani spa

Il 24 luglio del 1975 nasce la casa di moda Giorgio Armani spa e come inizio lancia una linea di abbigliamento “prêt-à-porter” sia da uomo che da donna.
Nello stesso anno a Firenze, nella Sala Bianca, Giorgio Armani presenta la sua prima collezione. Acclamata da moltissimi e subito di grande successo; presenta una linea di giacche destrutturate alla quale vengono inseriti inserti in cuoio e vestiti dalla linea molto casual.
Da quegli anni in poi i successi arrivano uno dietro l’altro: nel 2000 viene siglato un accordo con il Gruppo Zegna per produrre Armani Collezioni, due anni più tardi con Safilo per creare una linea di occhiali con il marchio Emporio Armani occhiali.

in una brochure in bianco e nero Armani esprime un suo pensiero
“Giorgio Armani: Armani Mania” by Giorgio Rocco Associati is licensed under CC BY-NC-ND 4.0 

Non solo vestiti ma anche accessori, profumi e makeup fanno parte del grande impero costruito da Giorgio Armani.
Nel 2006 è uscita la sua biografia, scritta da Renata Molho, Essere Armani.
Ad oggi esistono, in 35 nazioni differenti, circa 60 boutique Giorgio Armani divise tra i vari marchi del brand: Giorgio Armani, Armani Collezioni, Emporio Armani, A/X Armani Exchange, Armani Jeans, Armani Junior, Giorgio Armani Accessori e Armani Casa. 

Lo stile inconfondibile di Giorgio Armani: classe ed eleganza

Uno stile ricordato sempre per grande classe ed eleganza. Queste sono le caratteristiche che rendono inconfondibile un capo firmato Armani.
Dagli abiti classici a quelli innovativi e di design sono molti gli ambiti nei quali spaziano le collezioni. Tutto sotto una chiara linee guida: l’inconfondibile stile italiano. Il suo stile è ispirato ai grandi film in bianco e nero degli anni ’30, tagli netti e toni dai colori freddi: grigio, beige, sabbia o il famoso blu-Armani.
La cultura sia araba che orientale è di grande influenza all’interno delle collezioni disegnate da Giorgio Armani: molti colletti alla coreana o grandi cappotti a tunica presentati nel 1990.

La vita privata

Legato per moltissimi anni a Sergio Galeotti che ha creduto in lui fin dagli esordi dell’azienda che hanno costruito insieme. Il compagno scomparso prematuramente ha lasciato un vuoto nella vita dello stilista.
Della sua vita privata non si sanno molti dettagli perché cerca di mantenerla sempre tale: privata.

9 curiosità su Giorgio Armani

Vediamo quali sono le cose che non sapete del famoso stilista.
1) Ha disegnato lui stesso molti degli abiti della cantante Alexia: sposata con uno dei suoi nipoti, Andrea Camerana.
2) Dopo dieci anni dall’apertura del negozio in via Montenapoleone a Milano, lo stilista ha scelto di tornare in un punto vendita già di sua proprietà: “Preferisco tornate nel punto vendita di mia proprietà in via Sant’Andrea 9”. Si parla di 15/20 milioni di € l’anno per il punto vendita nel famoso Quadrilatero della Moda.

uno dei tanti negozi di Giorgio Armani, foto in bianco e nero
Vista esterna di uno dei negozi Giorgio Armani

3) Uno dei tessuti che più contraddistingue le collezioni di Giorgio Armani è il velluto nero che lui stesso dichiara: “Ha il potere di neutralizzare tutto, ideale per fare punto e a capo”.
4) Sia Cate Blanchett che Leonardo Di Caprio hanno scelto di vestire i capi dello stilista per una celebre notte hollywoodiana: la consegna degli Oscar; Giorgio Armani ha dichiarato di essersi sentito totalmente in linea con lo stile adottato dagli attori.
5) EA7: sapete perché il numero 7? Quando venne creato il marchio nel 2004 si volevano creare solo abiti sportivi e furono ispirati dal giocatore del Milan, Andriy Shevchenko che come numero di maglia portava proprio il numero 7.

 Raul Bova seduto durante uno scatto
Fonte foto: fb- OfficialSiteRaulBova

6) Nella fiction Made in Italy che racconta la sua vera storia il personaggio di Giorgio Armani è interpretato dall’attore Raul Bova.
7) Se amate le sue collezioni potete trovare su Instagram l’account ufficiale del marchio ma, nonostante la sua notorietà, lo stilista non ha un profilo certificato sullo stesso social.
8)Per Sanremo 2019 Armani Privè ha confezionato molti degli abiti indossati da Virginia Raffaele sul Palco dell’Ariston.
9) Il Gruppo Armani, dopo i danni causati del maltempo nel novembre di quest’anno ha deciso di devolvere gli incassi di tre incontri dell’A/X Olimpia Milano alla Protezione Civile.

L’eleganza non è farsi notare ma farsi ricordare

Qualche anno fa la rivista Forbes lo dichiarò il quinto uomo più ricco d’Italia e tra i 150 più ricchi al mondo. Un patrimonio davvero da invidia il suo, costruito passo dopo passo in una lunghissima carriera di oltre cinquant’anni nel mondo dell’alta moda. Le sue parole più famose sono “L’eleganza non è farsi notare ma farsi ricordare”. Non si sa quale sarà il futuro della maison ma negli anni di carriera lo stilista originario di Piacenza ha sicuramente raggiunto grandi obiettivi. Il suo nome verrà sempre ricordato come uno dei più grandi stilisti e innovatori della moda italiana del XX secolo.

Giorgio Armani, stile, classe ed eleganza inconfondibili ultima modifica: 2019-12-22T16:00:00+01:00 da Andrea Cacco

Commenti