notification icon
App italiani.it
Tutto il meglio di italiani.it sul tuo telefono
Installa

Considerato come il lago più bello del mondo, senza dubbio affascina per il suo ambiente caratterizzato da villaggi e da ville di ricchi nobili. Il lago di Como è stato per tanti anni citato dai più grandi letterati, come i poeti e musicisti del Romanticismo. Nota soprattutto l’ambientazione che Alessandro Manzoni ne fece per il suo romanzo “I promessi sposi”, ma è stato anche citato da Stendhal, George Gordon Byron, Franz Liszt. Scopriamo qualcosa in più di questo luogo, vero e proprio rifugio per gli aristocratici di un tempo, oggi meta turistica visitatissima in ogni stagione.

veduta del lago di Como
“IMG_1054” by g2nr is licensed under CC BY-NC-SA 2.0

Il lago di Como, un paesaggio ricco di storia

Raggiungendo le sponde del lago si resta affascinati. Per la sua vastità ma anche per le sue caratteristiche. Suggestivi borghi, splendide ville attendono i visitatori. Infatti sorgono sul lago non solo le due città più grandi Como e Lecco, ma anche tantissimi piccoli villaggi, che sono ricchi di tantissime ville, caratteristiche, antiche, e che raccontano di un passato ormai lontano. Per il suo microclima e per il suo ambiente costellato da ville e villaggi di prestigio nel 2014 annoverato come il lago più bello del mondo dal quotidiano online “The Huffington Post”.

La località di Menaggio sul Lago di Como
Tanti i borghi da visitare, tra essi Menaggio

Le numerose ville che costeggiano il lago di Como

Le bellissime e caratteristiche ville che costeggiano il lago scelte per alcune pellicole cinematografiche. Come Villa del Balbianello, gestita dal FAI, scelta per le riprese di “Casino Royale” e per le scene d’amore di “Star Wars II”. A Cernobbio la villa d’Este utilizzata da Hitchcock per il film “Giardino del piacere“. Tra le altre degne di nota c’è Villa Carlotta, a Tremezzo, ricca di capolavori d’arte. Molte ville, inoltre, sono diventate hotel o sono di proprietà di attori famosi che si rifugiano nel lago lontani da occhi indiscreti. E poi ci sono tanti percorsi, come quelli di Lecco, dedicati a Manzoni e al suo noto romanzo. Tanti i borghi da visitare come Varenna, Bellano e Colico, Bellagio.

La storia del lago e le sue fortificazioni

Il lago di Como durante il Medioevo divenne via di passaggio per i commerci fra il nord e il sud dell’Europa. In posizioni strategiche vennero realizzate diverse fortificazioni a difesa del territorio e della popolazione. Tra essi ci sono il Castello Baradello a Como e il Castello di Rezzonico a San Siro. E ancora il Castello di Corenno Plinio e la Torre di Orezia a Dervio. A Lecco la Torre Viscontea, il Castello di Rossino a Calolziocorte, il Castello dell’Innominato a Vercurago e il Castello di Brivio sull’Adda.

Sul lago di Como si trovano molte ville tra cui Villa Carlotta
I giardini di Villa Carlotta

Meta privilegiata anche per gli sportivi

Profondo 410 metri il lago di Como  è il terzo lago italiano per estensione. È meta per gli appassionati degli sport d’acqua. In estate si praticano vela, canottaggio, windsurf, motonautica, sci nautico, canoa e kite-surfing. Si possono anche fare arrampicate su roccia, nonché escursioni, mountain bike e passeggiate a cavallo. E ci sono anche sette campi di golf.

La località di Valbrona
Valbrona tra i borghi da visitare

Insomma vale la pena visitare questo luogo incantato in Lombardia. Basta scegliere la stagione. Ci sono tante attività da vivere sia in estate che in inverno.

Il lago di Como, meta privilegiata in ogni stagione ultima modifica: 2020-07-23T13:30:00+02:00 da Federica Puglisi

Commenti