notification icon
App italiani.it
Tutto il meglio di italiani.it sul tuo telefono
Installa

Oggi riprende la circolazione tra regione e regione. E riprende senza più eccezioni la nostra vita post-covid, dopo un periodo di isolamento che, infagottati nelle nostre tute, ci ha messo davanti alla dura realtà: l’estate è alle porte e abbiamo bisogno di fare sport. Quest’anno più che mai. Settimane passate a impastare dolci e pizze, sdraiati sul divano a fare zapping tra film, aggiornamenti sullo stato del contagio e serie tv ci hanno regalato qualche chiletto di troppo (almeno due kg a testa secondo Coldiretti, ndr) nonostante le tante iniziative online per praticarlo in casa. È tempo di smaltirlo, ma quali sono le regole da rispettare per tornare in forma?

Lo sport che tanto ci mancava

Dal 25 maggio sono riaperte palestre e piscine. Parliamo di circa 8 mila centri sportivi. Ad aspettare questo momento erano almeno 18 milioni di italiani dopo la chiusura imposta dall’emergenza sanitaria.

Sport - uomo in bici
Photo by Dmitrii Vaccinium on Unsplash

Fare sport implicherà però delle limitazioni. Si potrà fare all’aperto ma soli o al massimo con i conviventi. Bisognerà sempre mantenere la distanza di sicurezza con gli altri. Al momento non sono, infatti, ancora ammessi gli sport a stretto contatto fisico. Anche molte piscine attenderanno qualche giorno in più per assicurarsi l’apertura in sicurezza. Si può andare a correre, in bici, camminare o fare attività all’aria aperta. La regola dice: due metri di distanza se l’attività è sportiva, un metro se si tratta di semplice attività motoria.

Le regole da rispettare

Le norme sanitarie devono essere ben in evidenza in ogni palestra. Le attività vanno programmate in anticipo. I clienti faranno bene a prenotare le sedute in modo da evitare gli assembramenti.

Sport - piscina
Photo by Gentrit Sylejmani on Unsplash

Sarebbe anche preferibile che si tenesse l’elenco delle presenze in modo da avere un tracciamento degli eventuali contatti. All’ingresso sarà rilevata la temperatura sia dei clienti che del personale. L’accesso sarà vietate se sale sopra i 37.5°. Negli spogliatoi si dovrà garantire un metro di distanza tra una persona e l’altra. Previste anche barriere e turni per le docce. Sanificazione a ogni cambio di turno e aerazione naturale. E’ tutto pronto. Corsa all’aperto, palestra o piscina, scegliete quello che preferite. Infilate tuta e scarpette, pronti e via.

Foto in evidenza di Emilio Garcia su Unsplash

Italia di nuovo in moto! Anche in palestra e piscina ultima modifica: 2020-06-03T09:00:00+02:00 da Raffaella Natale

Commenti