L’Italia, come tutti gli altri Paesi colpiti dall’emergenza sanitaria da covid19, ha preso una serie di provvedimenti per limitare il contagio. Misure che, da un lato, stanno permettendo di tenere sotto controllo l’infezione ma, dall’altro, hanno messo in difficoltà tante imprese che, nel rispetto delle regole, hanno sospeso le loro attività. Oggi più che mai è necessario sostenere la ripresa economica dell’Italia e per farlo bisogna difendere e promuovere le cose belle che rendono il nostro paese unico. Il Made in Italy, le nostre eccellenze come la cucina, amata in tutto il mondo. Chef e ristoratori italiani nel mondo hanno bisogno di una mano.

Una partnership italiana per i ristoratori

Nei giorni scorsi il network Italiani.it ha avviato una collaborazione con I Love Italian Food. Le due realtà hanno l’Italia nel cuore e il desiderio far conoscere il bello della nostra terra all’estero.

ristoratori - I Love Italian Food
I Love Italian Food

Italiani.it, è la prima grande community degli italiani nel mondo. Una rete di 60 siti fatta di persone appartenenti all’Italia per nascita o per amore che sentono forte dentro di loro il legame indissolubile con il nostro Paese. I Love Italian Food promuove la cultura enogastronomica italiana nel mondo. Creata nel 2013 a Reggio Emilia da un gruppo di amici appassionati di cibo italiano, oggi è una grande community internazionale che ha superato il miliardo di contatti digitali. Tutti fermamente convinti che il futuro economico dell’Italia sia legato all’agroalimentare e alla capacità di portarlo in giro nel mondo.

shopX.it - compri il made in Italy

Il progetto Support Italian Food Warriors

In questa emergenza sanitaria, chef e ristoratori stanno combattendo una vera e propria “battaglia” per la sopravvivenza, con i locali chiusi in molti Paesi, Italia in primis.

ristoratori - Support Italian Food Warriors
Support Italian Food Warriors

È nato così il progetto “Support Italian Food Warriors”, lanciato da I Love Italian Food in collaborazione con Kaiti expansion e Italian Food Studio. Obiettivo? Sostenere gli autentici chef e ristoratori italiani, in Italia e nel mondo. Vediamo in dettaglio di cosa si tratta. Alessandro Schiatti, Amministratore delegato e cofondatore di I Love Italian Food, spiega: “In questo momento di lockdown globale, abbiamo dato vita a una piattaforma per offrire ai ristoratori un modo per continuare a parlare con i loro clienti, creando una nuova esperienza culinaria che gli permetterà di raccogliere sostegno morale ed economico. I ristoratori potranno condividere, attraverso masterclass online, i segreti dei propri piatti con i clienti e con tutti gli appassionati di cucina italiana, raccogliendo un contributo che ogni ristoratore potrà utilizzare per sostenere la propria attività o anche devolvere a cause a lui care”.

Masterclass per sostenere chef e ristoratori

Il progetto ha già raccolto molte adesioni e la collaborazione di numerose associazioni in Italia e nel mondo che riuniscono migliaia di chef e ristoratori.

ristoratori - uno chef che prepara un piatto

È sostenuto da un team virtuoso di aziende sostenitrici di I Love Italian Food, tra le quali Carpigiani, Fior di Maso, Montanari Gruzza e Monti Trentini. Le masterclass, cominciate dal 18 aprile, saranno divulgate attraverso la piattaforma webinar fino al prossimo 28 giugno. Tra le realtà che hanno scelto di sostenere Italian Food Warriors ci sono: Associazione italiana chef New York; UCI – Unione Cuochi Italiani; ItChefs; Global School Palazzo Italia; ACI – Associazione Cuochi Italiani; Italian Feeds America; le delegazioni di Belgio, Argentina, Polonia e Francia della Federazione Italiana Cuochi; il Gruppo Italiano di New York; la Federazione Internazionale Pasticceria, Gelateria e Cioccolateria; Italian Food #Moltobuono, Authentico e Future Food Network. Per avere tutte le informazioni è possibile visitare il sito 100per100italian.it.

Agroalimentare, petrolio d’Italia

Schiatti è del parere che “Il Made in Italy agroalimentare è il petrolio d’Italia. Una delle nostre ricchezze più grandi.

ristoratori - momento della preparazione della pasta
Photo by Jorge Zapata on Unsplash

È il frutto delle nostre molteplici culture popolari, della nostra geografia e dei tanti microclimi che la compongono”. La mission dell’associazione è quindi oggi più che mai di rimettere al centro della scena i prodotti di filiera italiana e, insieme ad essi, le aziende che investono sul territorio, per superare insieme la sfida dell’Italian sounding e tutelare tutto ciò che è 100per100 Italian.

L’Italia riparte. Masterclass per sostenere chef e ristoratori ultima modifica: 2020-04-29T19:00:00+02:00 da Raffaella Natale

Commenti