notification icon
App italiani.it
Tutto il meglio di italiani.it sul tuo telefono
Installa

Nel giorno più buio dell’anno, il solstizio d’inverno del 21 dicembre, dopo quasi 800 anni sarà nuovamente visibile la “stella cometa di Betlemme”. Nonostante il nome però, questo avvenimento ha poco a che fare con il Natale. Non si tratta infatti della cometa che guidò i Re Magi verso la capanna dell’appena nato Gesù bambino, ma di un fenomeno astronomico che coinvolge i pianeti Saturno e Giove. Questo rarissimo evento è dato dalla sovrapposizione dei due pianeti, che produce una sorta di scia luminosa, proprio come quello della cometa biblica.

Cometa - Maria e Giuseppe seguono la stella cometa verso Betlemme

Stella cometa di Betlemme: l’effetto della congiunzione tra Giove e Saturno

La congiunzione di Giove e Saturno, in realtà, non è un fenomeno così raro, infatti avviene ogni 20 anni. La rarità sta invece nella sua forte intensità, che produce l’effetto “stella cometa”. Una “grande congiunzione” tra i due pianeti, simile a quella del prossimo 21 dicembre, è avvenuta nel 1226. Nel 1623, invece, nonostante la forte intensità dell’evento astronomico, questo non era visibile ad occhio nudo per via della vicinanza di Giove e Saturno al sole. Inoltre, nonostante ad occhio nudo potrebbero sembrare vicini, i due pianeti si troveranno a centinaia di km di distanza l’uno dall’altro.

Stella cometa di Betlemme - Congiunzione Marte e Saturno nel 2006
Foto: Roberta Mura (CC-BY-SA 3.0) – Wikimedia Commons.

Se non si è in grado di osservare la grande congiunzione di Giove e Saturno dal vivo, l’INAF (Istituto Nazionale di Astrofisica) trasmetterà un evento in diretta streaming su Facebook e YouTube Intitolato “Giove e Saturno: l’incontro dei giganti”. Questo sarà trasmesso dalle 17 alle 19 (le due ore migliori in cui poter osservare la “cometa”). Per molti di noi si tratta dell’unica occasione per assistere a questo effetto astronomico. La prossima congiunzione tra i due pianeti con questo particolare effetto è infatti prevista nel 2080.

Poco dopo il tramonto, guardando in direzione sud-ovest, potremo quindi osservare la “Stella cometa di Betlemme” in tutto il suo splendore (nuvole permettendo). Inoltre, il fatto che questa congiunzione si verifichi a pochi giorni dal Natale, in un anno così tragicamente segnato dal Covid-19, dai più credenti potrebbe anche essere visto come un evento molto significativo. Il 21 dicembre alziamo gli occhi al cielo e per goderci l’effetto cometa della congiunzione tra Giove e Saturno e dire finalmente addio al 2020, anno veramente da dimenticare. Questo solstizio d’inverno, la notte sarà meno buia (e speriamo sia così anche il nostro futuro).

La “Stella cometa di Betlemme” torna visibile dopo 800 anni ultima modifica: 2020-12-20T15:00:18+01:00 da Antonello Ciccarello

Commenti

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
2
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x