Ha origini molto antiche; tipico dolce natalizio, a quei tempi veniva chiamato Pane Aromatico, Pan Pepatus o Pane Natalizio. L’antica ricetta conteneva conce di arancia, cedro e melone, mandorle e spezie. Tutti ingredienti ad allora piuttosto costosi, per tanto, la produzione era destinata esclusivamente ai nobili, ai ricchi ed al clero. Con il tempo la ricetta subì varie modifiche fino al 1879 anno in cui la Regina Margherita si recò a Siena e per l’occasione uno speziale preparò un panforte senza la concia di melone e ricoperto di zucchero vanigliato al posto del pepe nero. Questa ricetta facilmente realizzabile in casa è a base di frutta secca, arancia candita, zucchero, miele e naturalmente le immancabili spezie. La forma che gli appartiene e qui esposta è quella rotonda ma se volete potete realizzare un panforte rettangolare per poi tagliarlo a cubetti e servirlo su un vassoio insieme ad altri dolcetti natalizi. Come me vi potete divertire a confezionarlo in modo semplice e con materiale facilmente disponibile in casa; avvolto con della carta bianca, legato con spago da cucina e rifinito con una etichetta ritagliata da un cartoncino. Questo dolce si conserva a lungo, tenetelo in un ambiente fresco e asciutto e coperto con un foglio di alluminio.

Tempo di realizzazione: 45 minuti
Grado di difficoltà (da 1 a 5): 2

Ingredienti per 3 panforti da 16 cm
150 g di Miele di Acacia
150 g di Fichi Secchi
300 g di Mandorle
150 g di Farina 0
200 g di Zucchero a Velo
150 g di Arancia Candita
1 Cucchiaino di Cannella
1 Spolverata di Noce Moscata
q.b. di Zucchero a Velo per decorare

Panforte visto dall'alto

Procedimento per realizzare il Panforte

Preriscaldate il forno a 140°C, una volta raggiunta la temperatura infornate le mandorle precedentemente posizionate in modo uniforme su una placca da forno. Lasciate tostare per 15 minuti girando di tanto in tanto. Nel frattempo riducete a piccoli pezzi l’arancia candita, i fichi secchi e le mandorle appena tostate. In una ciotola miscelate lo zucchero a velo insieme alla farina setacciata e alle spezie. Fate ora sciogliere il miele in una casseruola capiente a fiamma dolce fino a raggiungere la temperatura di 125°C. Lasciando sul fuoco e mescolando continuamente, versate prima la frutta a pezzettini e poi la polvere di farina e zucchero. Cuocete fino a quando le polveri si saranno ben assorbite e gli ingredienti ben amalgamati.

Panforte - dolce impacchettato

Rivestite con la cialda la superficie di una teglia rotonda, possibilmente con chiusura a cerniera (se siete sprovvisti della cialda potete utilizzare abbondante zucchero a velo) e versate all’interno il composto che dovrà raggiungere lo spessore di circa 2 cm.
Livellate bene aiutandovi con una spatola passata sotto acqua corrente e adagiate sulla superficie l’altro foglio di ostia. Lasciate raffreddare completamente, passate una lama bagnata lungo i bordi e togliete dallo stampo. Qualora non stiate utilizzando il foglio di ostia, spolverizzate abbondantemente con zucchero a velo.
La ricetta è stata realizzata da Tiziana Famoso.

Marco Spetti

Autore: Marco Spetti

Ma chi è Marco Spetti?
Un appassionato di gastronomia che un bel giorno ha deciso di fondare un gruppo su Facebook, insieme alla sua amica Maria Antonella Calopresti, che porta il titolo di “Quelli che… non solo dolci”, un gruppo nato 2 anni fa e che oggi conta più di 30.000 iscritti. Un gruppo dove si condividono ricette, esperienze ed esperimenti il tutto in un clima goliardico. Vanta collaborazioni con importanti riviste di pasticceria.

Panforte ultima modifica: 2018-12-29T09:00:09+00:00 da Marco Spetti
Lascia il tuo voto:
recipe image
Nome Ricetta
Panforte
Nome Autore
Pubblicato il
Tempo Totale
Voto Medio
3.51star1star1star1stargray Based on 11 Review(s)

Commenti