notification icon
App italiani.it
Tutto il meglio di italiani.it sul tuo telefono
Installa

Nella primavera del 1913 nasceva a Milano una piccola azienda a conduzione familiare, Prada che in un secolo è diventata un Gruppo internazionale nel settore lusso.
La storia del gruppo, con a capo Miuccia e Patrizio Bertelli, è un grande esempio del fatto che lavorando con impegno, con grandi sacrifici e con i giusti investimenti, il successo arriva.
Tanti i punti forti dell’azienda, la Fondazione Prada per quanto riguarda la parte di arte contemporanea fino alla collaborazione con i più famosi studi di architettura per creare degli store unici nel mondo. Il Gruppo Prada è in costante crescita ed è un fiore all’occhiello per la moda e l’economia italiana.

Le origini

L’azienda nasce nel 1913 quando i due fratelli Mario e Martino Prada aprono nella Galleria Vittorio Emanuele una boutique che presentava l’insegna “Fratelli Prada”. Si trattava principalmente di valigie, bauli, borse da viaggio e borsette.

insegna di prada
“Prada Milano” by Rafel Miro is licensed under CC BY-NC-ND 2.0 

Ebbero un successo talmente strabiliante che solo sei anni dopo divennero il negozio ufficiale della Casa Reale dei Savoia. All’epoca questo era uno dei massimi prestigi che si potessero ricevere.
Da quell’anno in poi il successo aumentò facendo diventare il negozio un punto di riferimento sia nazionale che internazionale. Soprattutto per tutto quello che riguardava il mondo della pelletteria.
Gli affari erano davvero fiorenti e, in quegli anni, aprirono un secondo negozio in via Manzoni sempre a Milano.

Il crollo dopo la guerra

Gli anni della seconda guerra mondiale sono duri e quando anche la Galleria a Milano viene bombardata, i problemi che subentrano sono ben altri. Il negozio in via Manzoni viene chiuso mentre il primo, quello storico continua a tener duro. Nel 1958 muore Mario Prada e al suo posto subentrano le due figlie Nanda e Luisa. La seconda, ha una forte personalità e senso di organizzazione, cambia lo stile dell’azienda rendendolo più adatto alla borghesia in ripresa. Fu così che l’azienda riuscì a riprendersi ma fino agli anni ’70 non riesce ancora ad avere uno sviluppo importante. 

Lo sviluppo di Prada

Nel 1977 Miuccia Prada, nipote di Mario prende in mano le redini dell’azienda. Si era laureata in Scienze politiche, aveva lottato per i diritti delle donne. Decide di prendere in mano l’azienda di famiglia. Ha cominciato così, un grande percorso di crescita che farà diventare l’azienda un punto di riferimento per la moda del lusso in tutto il mondo. 
Nel 1977 incontra per la prima volta Patrizio Bertelli e insieme, iniziano una collaborazione che viene chiamata “I Pellettieri d’Italia”. Questa era diventata una società industriale che ha distribuito i prodotti Prada nel mondo. 

vista di un negozio prada a londra

Nel 1985 la stessa Miuccia, direttore creativo dell’azienda, disegna il famoso zaino in nylon simbolo di Prada.
È negli anni ’90 che cresce la fama della maison quando vengono distribuiti nuovi prodotti. Scarpe, abbigliamento sia per uomo che per donna e collezioni “Pronte da indossare” realizzate dalla stessa Miuccia con uno stile sobrio ed elegante.
La prima sfilata di Prada è del 1988. Pochi anni dopo viene creato un nuovo brand, Miu Miu in cui vengono presentati capi da donna con uno stile più moderno e per un target più giovane.

Le acquisizioni dell’azienda

Viene creata una linea più sportiva, riconosciuta per la famosa linea rossa. Nel 1999 la collezione fece la prima apparizione nel team “Luna Rossa” della Coppa America di vela.
Patrizio Bertelli, amministratore delegato di Prada, decise che voleva far diventare l’azienda una colonna portante del lusso e dell’alta moda; fu così che in quegli anni iniziò un processo di grandi acquisizioni. Vediamone alcuni: Gruppo Church’s, Helmut Lang al 50%, Jil Sander, Fendi per il 51% fino a quando venne ceduto a LVMH, Car Shoe al 51% e Santacroce

Lo sviluppo di Prada dal 2000

In questi anni, le prime fragranze lanciate a marchio Prada, sia per uomo che per donna e la prima linea di occhiali: Prada Eyewear. Il Gruppo Prada è famoso nel mondo per la grande propensione alle svolte e per l’alta organizzazione di controllo in tutte le fasi del ciclo di produzione.

Profumazioni prada
“Prada Olfactories” by 2×4 Inc. is licensed under CC BY-NC-ND 4.0 

Le attività principali svolte dall’azienda sono distribuzione e vendita al dettaglio in molti settori dell’alta moda: dagli articoli di pelletteria, alle calzature, dall’abbigliamento agli accessori.
Nel 2011, l’azienda è entrata in borsa all’Hong Kong Stock Exchange.
L’azienda possiede altri tre marchi che sono direttamente collegati al gruppo madre: Miu Miu, Chruch’s e Car Shoe che mantengono salda la loro identità originaria.

Fondazione Prada

Nei primi anni novanta, Miuccia Prada e Patrizio Bertelli hanno creato il progetto PradaMilanoArte, che promuove mostre ed esposizioni di scultura contemporanea. Con gli anni il progetto è andato a fondersi con la più famosa “Fondazione Prada”. Ogni anno, vengono organizzate grandi mostre d’arte contemporanea con la collaborazione di grandi artisti internazionali.
Sia Miuccia che Patrizio hanno una grande attenzione e un grande interesse per il mondo dell’arte contemporanea. Da qui l’idea della Fondazione. Uno spazio espositivo in cui fosse possibile presentare ed esporre le opere in collaborazione con artisti sia internazionali che italiani.
Nel 2011 viene aggiunta una sede alla fondazione, a Venezia presso il palazzo Ca’ Corner della Regina, affacciato sul Canal Grande.

Prada, vista dell'osservatorio della fondazione

In quegli stessi mesi viene rivelato il grande progetto dell’architetto Rem Koolhaas per il rinnovo della Fondazione Prada di Milano che ha poi aperto al pubblico nel maggio del 2015. Quest’ultima, è un grande spazio espositivo dei primi del Novecento di circa 17.500 metri quadrati.
Anche la Fondazione, come l’azienda, è un grande punto di riferimento per l’arte a la cultura a livello mondiale.
Le parole di Miuccia Prada sulla Fondazione sono: “Fondazione Prada è un’iniziativa che si propone di ricevere e ritrasmettere le più profonde provocazioni mentali dell’arte del nostro tempo”.
Negli anni la fondazione ha intrapreso diversi messaggi e soggetti d’esposizione e si è aperta alle tematiche più diverse in molti settori. Tra le più affrontate: architettura, filosofia, scienza, design fino al cinema.

Prada: più di un secolo dall’inizio di una grande storia ultima modifica: 2020-01-26T10:46:00+01:00 da Andrea Cacco

Commenti