Sì, un titolo poetico per la sorpresa che la natura ha riservato agli studiosi questi giorni: in Puglia i ricercatori dell’Università Aldo Moro di Bari hanno scoperto una barriera corallina a largo di Monopoli. Nello specifico, questa formazione ha la particolarità di essere priva di alghe simbionti, generalmente utili alla calcificazione degli scenari che le caratterizzano.

Puglia, un amore da vivere

Italia, nel vecchio Continente frangia di bellezze e buon umore, cultura e leggerezze. Le coste che la merlettano sono probabilmente tra le più suggestive al mondo: chi è di Polignano a mare ha visto i più affascinanti tramonti che possano incantare il battito del cuore.
La Puglia coi suoi scenari e le contraddizioni tipiche dell’Italia spacca il cuore; per citare Michele Salvemini: “Oh Puglia, Puglia mia, tu Puglia mia / Ti porto sempre nel cuore quando vado via / E subito penso che potrei morire senza te / E subito penso che potrei morire anche con te“.

Non solo Monopoli: uno scorcio della meravigliosa costiera pugliese

Bello, buono, da sapere

Una delle peggiori contraddizioni che ammalano la nostra penisola è sicuramente il rischio che di tutta la ricchezza in tradizioni di folklore, enogastronomia e culturale qualche perla rimanga indietro, perduta nel luciore delle altre. Così è, così sarà sicuramente, per questo articolo che vuole solo essere l’inizio di una ricerca più dettagliata.

Monopoli

Si fa incerto il respiro nel vedere la meravigliosa costa di Monopoli spezzare il territorio italiano sul mar Mediterraneo, con le costruzioni bianche che amplificano il fiato alla luce che si crogiola sulla città. A guardare il suo mare, i suoi porti, non c’è sensazione di déjà vu: è certezza l’averla visitata in sogno.
Ed è da sogno il mare cobalto che con nobiltà si cinge degli ormeggi e delle barche dei pescatori. Un mare prolifico, pescoso, che ancora una volta dimostra di non essere invecchiato col tempo, nei millenni di storia già vissuta e continua a stupire. È di questi giorni, infatti, la scoperta di una nuova barriera corallina al largo delle coste pugliesi, particolarmente quelle di Monopoli.

monopoli: barriera corallina
La notizia ha fatto il giro del mondo ed è stata pubblicata anche sulla rivista scientifica Nature: “È l’eccezionale scoperta fatta durante un’esplorazione dei ricercatori del dipartimento di Biologia dell’Università di Bari, guidati dal direttore Giuseppe Corriero, a oltre due miglia sotto la superficie dell’Adriatico, fra i 40 e i 55 metri di profondità, si trova una fitta foresta di coralli finora mai vista. Come quelle che popolano i fondali delle Maldive”. A voler essere precisi, più che barriera corallina, si dovrebbe parlare di biocostruzione. La sostanza non cambia: una nuova perla è stata aggiunta al già ricco tesoro in quello scrigno chiamato Puglia. Intanto, anche da Molfetta arrivano le foto di magnifici fondali fioriti e la politica, questa volta, non è stata a guardare: si anticipa di due anni, infatti, la direttiva europea che vieta la plastica monouso in spiaggia.

Cosa fare in Puglia

In Puglia, non solo Monopoli: qui i trulli di Alberobello

La Puglia offre un ventaglio di alternative per i suoi visitatori. Un mare meraviglioso, come quello che abbiamo visto, non è l’unica possibilità per i turisti. Meta nota e unica al mondo sono i trulli. Per gli amanti del barocco, poi, Lecce è una scelta inevitabile; qui, nel cuore del centro storico, la chiesa di San Giuseppe è una meta da non perdere.

Jeremiah De Saint-Amour

Autore: Jeremiah De Saint-Amour

Con studi in materie giuridiche alle spalle, la mia passione è la comunicazione. Ma il giornalismo rimane, per ora, nient’altro che questo.
Amo le collaborazioni e le contaminazioni tra generi differenti di scrittura, di mezzi di comunicazione, di idee. Se hai qualche proposta, contattami pure!

«Jeremiah de Saint-Amour amava la vita con una passione senza senso, amava il mare e l’amore, amava il suo cane e lei, e a mano a mano che il giorno si era avvicinato aveva ceduto alla disperazione, come se la sua morte non fosse stata una decisione sua ma un destino inesorabile.
(…) Era inevitabile: l’odore delle mandorle amare gli ricordava sempre il destino degli amori contrastati».

Puglia, Monopoli cinta di corallo ultima modifica: 2019-03-21T09:00:35+02:00 da Jeremiah De Saint-Amour

Commenti