notification icon
App italiani.it
Tutto il meglio di italiani.it sul tuo telefono
Installa

Napoli continua ad essere scenografia ideale e naturale per film e serie tv. In questi giorni è il turno del regista Mario Martone che ha scelto il Rione Sanità e Capodimonte per girare alcune scene del film “Nostalgia“. L’attore protagonista della pellicola è Pierfrancesco Favino, Coppa Volpi al Festival del Cinema di Venezia nel 2020 per la migliore interpretazione maschile per il film “Padrenostro”.

“Nostalgia” è una pellicola ispirata all’ultimo e omonimo romanzo di Ermanno Rea, scrittore napoletano morto il 13 settembre 2016. Arriva dopo il grande successo di “Qui rido io”, film biografico di Eduardo Scarpetta diretto da Mario Martone e che vede tra i protagonisti Toni Servillo, Maria Nazionale e Eduardo Scarpetta junior. La pellicola ha riscosso il consenso unanime della critica e del pubblico al Festival del Cinema di Venezia.

napoli - primo piano di Pierfrancesco Favino
Gianni Careddu, CC BY-SA 4.0 https://creativecommons.org/licenses/by-sa/4.0, via Wikimedia Commons

I luoghi scelti dal regista Mario Martone

Non si conosce ancora la trama del film, prodotto da Mad Entertainment spa, ma sono stati scelti alcuni luoghi iconici della Sanità per girare alcune scene. Tra le location ci sono il Tondo di Capodimonte, via Fontanelle, vico Lammatari e via Sanità. Le riprese si terranno tra il mese di settembre e l’inizio di ottobre.

“Nostalgia” è l’ultimo romanzo di Ermanno Rea e racconta la storia di Felice Lasco che torna nel rione Sanità per accudire la madre ammalata e in fin di vita. L’uomo torna a Napoli dopo 45 anni trascorsi tra Medio Oriente ed Africa. In città aspetta di incontrare Oreste, amico di un tempo ma divenuto criminale.

La data del primo set di “Nostalgia” è la stessa della morte del grande scrittore, avvenuta il 13 settembre 2016. Il quartier generale della troupe è fuori alla Basilica della Madre del Buon Consiglio. La Basilica di San Gennaro extra Moenia è stata adattata a reparto costumi del film. Le riprese dureranno un mese e mezzo e non saranno solo alla Sanità ma riguarderanno molti luoghi di Napoli.

Napoli e Campania scelti come set per cinema e serie tv

Sono innumerevoli i film e le serie tv girate a Napoli e in Campania negli ultimi mesi. A gennaio 2021 Vincenzo Salemme ha lavorato alla sua nuova pellicola, così come Sergio Rubini tornato in Campania per girare “I fratelli De Filippo”, film sugli anni giovanili di Eduardo, Peppino e Titina De Filippo. A cavallo tra 2020 e 2021 Paolo Sorrentino ha scelto Napoli per “È stata la mano di Dio“, mentre nei mesi successivi Napoli è diventata set per “Il silenzio grande” di Alessandro Gassmann e “L’Ombra di Caravaggio” di Michele Placido. Quest’ultimo film è stato girato tra alcuni dei più suggestivi edifici monumentali napoletani: la Certosa di San Martino, la Chiesa e il Chiostro di Santa Maria la Nova e la Chiesa dei Santi Severino e Sossio.

La stessa pellicola “Qui rido io” di Mario Martone ha avuto come location Castel Capuano e il Museo di Pietrarsa. Tra le altre pellicole anche “Benvenuti in casa Esposito” di Gianluca Ansanelli e “Il bambino nascosto” di Roberto Andò, tratto dall’omonimo libro del regista.

Tantissime anche le serie tv come “L’Amica Geniale”, “Mina Settembre”, “Gomorra – La serie”, “Il commissario Ricciardi” e “I Bastardi di Pizzofalcone”. Tutte hanno scelto come set luoghi iconici e suggestivi di Napoli.

Rione Sanità a Napoli set per un film con Pierfrancesco Favino ultima modifica: 2021-09-16T15:30:00+02:00 da Claudio Cafarelli

Commenti

Subscribe
Notificami
1 Comment
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
2
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x