notification icon
App italiani.it
Tutto il meglio di italiani.it sul tuo telefono
Installa

In questi giorni è suonata la prima campanella per quasi 9 milioni di studenti italiani: i primi a ritornare fra i banchi di scuola sono stati quelli della provincia di Bolzano, che hanno iniziato le attività il 5 settembre, seguiti da quelli del Piemonte, Campania, Friuli Venezia Giulia, Abruzzo, Trentino Alto Adige, Basilicata giorno 11 settembre.
Gli ultimi sono stati invece gli studenti di Puglia, Toscana, Marche, Lazio ed Emilia Romagna il 15 settembre.

campanella 1 ottobre

C’è stato un tempo, nemmeno troppo lontano, però in cui l’anno scolastico iniziava per tutti, annata dopo annata, ogni 1° ottobre. Correva l’anno 1976 quando suonava la campanella che per l’ultima volta decretava l’inizio della scuola all’alba del 1° ottobre.
I bambini che iniziavano la loro carriera scolastica con la prima elementare – abbigliati con grembiulini e fiocchi monocromatici utili ad annullare ogni differenza sociale – venivano chiamati “remigini”, in onore di San Remigio il santo festeggiato proprio quel giorno.
Con la legge 517 del 4 agosto 1977 cambiò tutto: il Ministro della Pubblica Istruzione determinò che da quell’autunno l’anno scolastico avrebbe dovuto avere l’avvio in una data tra il 10 e il 20 settembre e l’ultima lezione tra il 10 e il 30 giugno. Questo intervento donava agli studenti tutto luglio per le vacanze, mese che prima era in parte destinato alla preparazione degli esami.

vecchia scolarescaQuel venerdì 1° ottobre 1976 suonò per l’ultima volta la campanella unica per tutti. Allora non lo si intuiva, ma tra le corse dei ragazzi con le cartelle sotto il braccio – gli zaini non erano ancora diffusi – e il fruscio dei grembiulini, soffiava anche un impetuoso vento di cambiamento, il passo d’addio di una tradizionale data che non sarebbe più ritornata.
Nel corso degli ultimi decenni qualcuno ha avanzato la proposta di ritornare all’inizio dell’anno scolastico al primo giorno del mese di ottobre, ma per motivazioni d’ordine, economiche e, non per ultime, climatiche, non se ne è mai fatto nulla.

Antonio Pagliuso

Autore: Antonio Pagliuso

Amo viaggiare, leggere e scrivere. Scrivo per Recensionilibri.org, Lameziaterme.it e sono Capo Redattore di Tennis Circus. Autore del romanzo “Gli occhi neri che non guardo più”.

Scuola, quando la campanella suonava il 1° ottobre ultima modifica: 2017-09-18T09:30:38+02:00 da Antonio Pagliuso

Commenti