L’effetto dura di più, si applica facilmente e ha un effetto “wow”. Ma avrà anche dei difetti?

Negli ultimi anni, grazie ai social, si sta pian piano diffondendo un nuovo metodo per colorare le proprie unghie in maniera del tutto innovativa: è la tecnica Dip Powder.

Letteralmente significa che le unghie vengono “immerse” in una polvere, che può essere colorata, glitterata, con paillettes… in base all’estrosità di ognuna di noi.

Tali polveri sono composte da acrilico e permettono di rinforzare e riparare le unghie (anche quelle spezzate e danneggiate!), oltre a prolungare la durata rispetto agli smalti e ai semipermanenti.

tecnica Dip Powder - polvere colorata

Come funziona il Dip Powder?

Il funzionamento è davvero semplice.

1. Pulire l’unghia da eventuali residui di altri smalti applicati in precedenza;

2. Applicare una base adesiva sull’unghia;

3. Immergere l’unghia nella polvere acrilica colorata.

L’operazione di “immersione” può essere ripetuta una, due o tre volte in base all’intensità di colore desiderata.

4. Stendere uno strato di top coat per fissare lo smalto in polvere.

A questo punto le unghie sono pronte per essere decorate. E via libera alla fantasia!

PRO & CONTRO

Pro

Tra i PRO sicuramente c’è da annoverare il fatto che la tecnica Dip Powder è evidentemente a prova di “imbranate”. Coloro che hanno difficoltà ad applicare lo smalto con il classico pennellino canteranno vittoria!

Lo smalto in polvere evita tutti i problemi derivanti da macchie di smalto ovunque o sbavature indesiderate.

Se volete un effetto non troppo forte e d’impatto, potete immergere nella polvere colorata anche solo la punta dell’unghia. In questo modo il look sarà meno vistoso e verrà creata una sorta di French manicure.

Ha decisamente la comodità del gel perché la procedura di applicazione è veramente rapida, ma anche la durata dell’acrilico visto che può durare fino a 30 giorni.

Le polveri sono inodore e disponibili in numerosi colori ed è inoltre possibile creare infiniti set di nuove tonalità semplicemente mescolando i vari pigmenti.

Non viene più usata la lampada a raggi UV perché non ce n’è bisogno!

I colori sono facilmente reperibili online ed il prezzo è abbordabile (in media sui 40€).

Contro

tecnica Dip Powder - rimozioneEd eccoci al tasto dolente… i CONTRO della tecnica Dip Power.

Forse quello più grande è legato proprio al contenuto delle polveri che non le rende proprio la scelta più sana per le unghie! Si tratta, infatti, del pigmento MMD, un eccipiente estremamente pericoloso, quasi al pari dell’acrilico.

Un altro punto debole risiede nella sua rimozione, che sembrerebbe molto dannosa per la superficie dell’unghia.

Ecco i passaggi da effettuare:

1. Limare l’unghia eliminando così i vari strati di polvere e smalto;

2. Applicare un batuffolo di cotone imbevuto nel solvente e avvolgere il dito in un foglietto di alluminio;

3. Attendere 10 minuti e rimuovere tutto.

4. Completare il lavoro con uno spingi-cuticole ed eliminare eventuali residui

La procedura non è complessa ma, se fatta da mani non esperte, rischia di rovinare le unghie.

Quindi occhio a non farla a casa!

Considerazioni finali

Tirando le somme è possibile affermare che la tecnica Dip Powder è davvero rivoluzionaria ma dobbiamo fare attenzione alle polveri usate.

Comprate solo smalti in polvere di qualità comprovata, su internet si trovano numerose polveri dubbie a basso costo ma delle quali non si ha conoscenza del contenuto. Evitatele!

Rivolgetevi solo a centri e saloni di bellezza professionali che garantiranno l’utilizzo di materiali di ottima fattura e sicuri per le nostre unghie e la nostra salute.

Detto questo, se siete curiose e desiderate dare una chance a questa tecnica, non vi resta che provare!

tecnica Dip Powder - colore sulle mani

Sabrina Furia

Autore: Sabrina Furia

Divoratrice di libri, viaggiatrice seriale e ottimista senza speranza. Amante della scrittura e della fotografia, dove mi lasci non mi trovi!

La tecnica Dip Powder: ecco il nuovo rivoluzionario smalto in polvere ultima modifica: 2018-02-23T09:30:54+00:00 da Sabrina Furia

Commenti