notification icon
App italiani.it
Tutto il meglio di italiani.it sul tuo telefono
Installa

Quarant’anni dalla strage di Ustica, un ‘buco nero’ nella storia italiana contemporanea, su cui ancora non è stata fatta piena luce. Era il 27 giugno 1980 quando il DC9 dell’Itavia decollò dall’aeroporto di Bologna diretto a Punta Raisi, a Palermo. Ma l’aereo esplose in volo e si inabissò in mare: un terribile incidente per cui persero la vita 81 persone tra cui anche dei bambini. Negli anni, tante le supposizioni e le ricostruzioni dell’incidente ma, finora, le indagini non hanno effettivamente chiarito la dinamica dei fatti.

STRAGE DI USTICA DC9
Il DC9 dell’Itavia poi inabbisatosi nelle acque del Tirreno meridionale

Il Museo per la Memoria di Ustica, che conserva i resti recuperati del DC9 e l’installazione permanente “A proposito di Ustica” ideata dall’artista Christian Boltanski in memoria delle vittime, per il 40mo anniversario ha organizzato aperture straordinarie dalle 20 alle 23. Previste anche delle visite guidate gratuite su prenotazione, a cura del dipartimento educativo MAMbo (Museo d’arte moderna di Bologna).  

Strage di Ustica, il 40mo anniversario

“Bologna sa coltivare la memoria e continua la battaglia per la ricerca della verità. Sappiamo che nei cieli di Ustica è avvenuto un atto di guerra in tempo di pace, quindi chiediamo ancora una volta di individuare gli aerei che volavano attorno al DC9. E, visto che è stato un atto di guerra non vi lasceremo in pace fino a quando non ci sarà data piena giustizia e verità”. Queste le considerazioni di Virginio Merola, sindaco di Bologna, che in questi giorni ha presentato il programma delle celebrazioni per il 40mo anniversario della strage. Infatti, il Comune di Bologna e l’Associazione dei parenti delle vittime, il 27 giugno di ogni anno, ricordano la strage e commemorano gli 81 morti dell’incidente.

strage di ustica commemorazione al palazzo comunale di bologna
Il Palazzo municipale di Bologna

Le celebrazioni per ricordare le vittime della strage

Sabato 27 giugno, nella sala consiliare di Palazzo d’Accursio a Bologna, si terrà l’incontro con i parenti delle vittime della strage di Ustica. Insieme al sindaco Virginio Merola e alla presidente dell’Associazione dei parenti delle vittime, Daria Bonfietti, interverrà anche il presidente della Camera, Roberto Fico. Prevista anche la presenza del governatore dell’Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini e dell’assessore comunale di Palermo Paolo Petralia Camassa. L’incontro si potrà seguire in streaming sul canale YouTube del Comune di Bologna e verrà trasmesso in diretta da Rainews e dalle emittenti televisive locali Ètv e Trc Bologna.

roberto fico presidente della camera dei deputati
Roberto Fico, presidente della Camera dei deputati

Sarò a Bologna per partecipare alle iniziative organizzate in occasione del 40mo anniversario della strage di Ustica – ha scritto Roberto Fico sul suo profilo Facebook – È un dovere inderogabile delle istituzioni alimentare l’esercizio di memoria su eventi tragici come quello avvenuto il 27 giugno 1980. È un dovere ribadire un impegno forte e determinato per fare luce su quanto accaduto. La ricerca di verità e giustizia sulla morte delle 81 persone che erano a bordo del DC9 Itavia è un atto dovuto nei confronti dei familiari e di tutta la nostra comunità. Un atto – ha concluso Fico – che rafforza il nostro Stato democratico”.

Il Museo della memoria di Ustica

Dopo la cerimonia nel palazzo municipale, la commemorazione si sposterà al Museo della memoria di Ustica, in via Saliceto sempre a Bologna. Nella sede museale il presidente Fico aprirà i lavori del convegno sul tema “Cosa avremmo saputo noi di Ustica senza la stampa?”. L’incontro è organizzato dall’Associazione dei parenti delle vittime di Ustica in collaborazione con la Federazione nazionale della stampa italiana (Fnsi). Sul sito della Camera dei Deputati saranno pubblicate tutte le info per seguire il convegno in streaming.

strage di ustica resti dell'aereo caduto
I resti del DC9 caduto in mare

In seguito saranno inaugurate le varie attività della rassegna “Attorno al museo”. Purtroppo l’emergenza sanitaria dovuta alla pandemia da Coronavirus ha imposto una notevole rimodulazione e riduzione delle iniziative previste per il 40mo anniversario della strage. Nonostante le restrizioni anti-contagio la rassegna “Attorno al Museo” proporrà comunque quattro serate di teatro, musica, danza e poesia nello spazio antistante la sede museale per la “Memoria di Ustica”.

Strage di Ustica, gli eventi celebrativi dei prossimi giorni

Il 7 luglio, gli effetti personali ritrovati nel mar Tirreno dopo l’incidente, offriranno l’opportunità di riflettere. Di interrogarsi su come questi frammenti facciano emergere la voglia di combattere ancora. Il testo originale teatrale di Massimo Salvianti Un abito chiaro sarà interpretato da Amanda Sandrelli accompagnata al pianoforte da Rita Marcotulli. Lo spettacolo sarà trasmesso da Radio3 Rai I nell’ambito della trasmissione Piazza Verdi” sulla strage di Ustica.

piazza verdi su rai radio3

Il 14 luglio è in programma il concerto originale Mirra-Kone Duo che vedrà sul palco Pasquale Mirra, famoso vibrafonista della scena musicale internazionale. Ci sarà anche Kalifa Kone, talentuoso polistrumentista maliano. L’evento è in collaborazione col Bologna Jazz Festival. Il 24 luglio, le canzoni del 1980 saranno la colonna sonora di “A love song” che vedrà sul palco i danzatori Simona Bertozzi e Daniele Albanese. Gli artisti saranno accompagnati dalla voce di Angela Baraldi e dalle composizioni sonore di Daniela Cattivelli.

Dispersi – un ponte di poesia tra Bologna e Palermo

Il 10 agosto, nella notte di San Lorenzo, andrà in scena“Dispersi – un ponte di poesia tra Bologna e Palermo”. A Bologna con la regia di Pietro Floridia gli attori di Cantieri Meticci, provenienti da diversi Paesi, si muoveranno in una scenografia fatta da reti di pescatori. Reti che sono simbolo di interrelazioni vissute dai cittadini in diversi laboratori partecipati. Contemporaneamente a Palermo Stefano RandisiEnzo Vetrano e altri attori interpreteranno dei testi poetici dedicati naturalmente alla strage di Ustica.

l'aereo della strage è stato abbattuto

Una strage senza colpevoli

Le proposte dell’Associazione dei parenti delle vittime di Ustica per ricordare il 40mo anniversario riguardano anche il convegno “Ustica e gli anni ‘80” in programma per l’autunno prossimo, in collaborazione con il Comune di Bologna, l’istituto storico Parri e l’Università di Bologna. In preparazione anche la pubblicazione degli atti del convegno “1980, l’anno di Ustica” a cura di Luca Alessandrini e l’uscita del libro “Ustica, una ricostruzione storica” a cura di Cora Ranci. Tra gli eventi del 40mo anniversario anche la produzione del video-documentario “Ustica quaranta” prodotto da Emilia Romagna Teatro Fondazione nell’ambito di “Così sarà! La città che vogliamo”.

ustica quaranta a 40 anni dalla strage

Si tratta di una ‘rielaborazione e archeologia della memoria’, scritta da Lisa Ferlazzo Natoli con la regia di Alessandro Ferroni col coinvolgimento degli studenti della IV O del liceo Copernico di Bologna. Ustica quaranta si potrà seguire in streaming, sabato 27 giugno alle 20, sulla pagina ERTonAIR e in prima visione sulla pagina Facebook di ERT.

Ustica, la strage senza verità: nessuna giustizia per le 81 vittime ultima modifica: 2020-06-27T13:25:00+02:00 da Maria Scaramuzzino

Commenti