notification icon
App italiani.it
Tutto il meglio di italiani.it sul tuo telefono
Installa

Tra i borghi più belli d’Italia, il comune di Valvasone Arzene è un piccolo centro, in provincia di Pordenone, in Friuli Venezia Giulia. Un gioiellino di epoca medievale.

Valvasone Arzene un piccolo centro nel cuore del Friuli

Il piccolo comune di Valvasone Arzene è stato istituito formalmente il 1 gennaio del 2015. Sono stati unificati, infatti, i territori di Valvasone e Arzene, due centri abitati contigui che già convivevano pacificamente, prima che venisse istituito il nuovo ente. Nel piccolo centro secondo una delibera della Giunta regionale viene tutelata, inoltre, la lingua friulana, e in particolare una delle varianti del friulano occidentale.

Piazza del Municipio di Valvasone Arzene con i palazzi medievali
Valvasone – il municipio

Da tempo il paese rientra nel circuito dei borghi più belli d’Italia, perché il centro abitato di Valvasone è un borgo di origine medievale con un eccellente stato di conservazione. Al suo interno sono presenti dimore signorili, che risalgono al periodo tra il XIV e il XVII secolo. Anche se il punto di maggiore interesse è il castello. Circondato da un fossato e da un’antica cinta muraria, al suo interno ha stanze decorate con stucchi, una pinacoteca e un teatro risalente al Settecento.

La storia dei Valvasone Arzene ha radici molto profonde

La prima testimonianza della presenza del castello risale al 1206. È citato negli annali di una famiglia del luogo. Dal 1268 le cronache raccontano che intorno al castello si sviluppa il borgo. Un centro abitato circondato da mura. All’esterno sorgerà la chiesa di Santa Maria e Giovanni. Nel corso del tempo il borgo cresce e acquisisce un ruolo politico fondamentale per il territorio di Valvasone. Si arriverà a costruire tre cinte murarie.

Interno del Duomo di Valvasone Arzene con in vista l'organo veneziano del '500

Al suo interno l’ospedale, un ricovero per viandanti e la chiesa parrocchiale. Il 6 marzo del 1797 nelle vicinanze del borgo Napoleone Bonaparte alla guida di 40 mila uomini sconfiggerà le truppe austriache. La sera trascorrerà la notte al castello da vincitore. La cittadina conserva altri piccoli gioielli, tutti da visitare e godere appieno. Ad esempio il mulino ad acqua, perfettamente funzionante, risalente al XV secolo.

Edifici storia e tradizioni

Altri edifici importanti sono il Duomo del Ss.mo Corpo di Cristo, che custodisce la reliquia del miracolo della Sacra Tovaglia. Da qui il nome dell’edificio sacro. Al suo interno è conservato un organo del ‘500, appartenente all’arte organaria veneziana. È l’unico esemplare ancora esistente, ed è impreziosito da una cornice artistica dipinta dagli artisti Pordenone e Pomponio Amalteo. Da visitare la chiesa di Santa Margherita con un importante dipinto a olio del sanvitese Pomponio Amalteo che raffigura S. Margherita tra S. Sebastiano e S. Rocco.

Chiostro dei Serviti a Valvasone Arzene

Ancora la Chiesa dei Ss. Pietro, Paolo e Antonio Abate, che un tempo era l’Ospitale con pregevoli dipinti e affreschi del ‘500 e un organo portativo del ‘600. La chiesa conserva il Chiostro dei Serviti realizzato nel ‘400. Il centro di Valvasone Arzene, ricco di storia e tradizioni, ha conservato le sue origini rurali. Molti sono i contadini che hanno ripreso a produrre pregiati vini e prodotti caseari importanti. Nella zona si produce il formaggio Montasio più buono del territorio.

(foto Pagina Facebook Valvasone Arzene info e turismo)

Valvasone Arzene un prezioso gioiello medievale ultima modifica: 2020-08-21T08:13:38+02:00 da Gianna Maione

Commenti