Il 22 febbraio 1931 veniva varata a Castellammare di Stabia la nave che successivamente divenne il simbolo e l’orgoglio della Marina Militare Italiana, l’Amerigo Vespucci.

Il Vespucci fu progettato nel 1930 dall’Ing. Francesco Rotundi, direttore del Regio Cantiere Navale di Castellammare di Stabia e portato a varo per sostituire la precedente nave scuola, la Flavio Gioia, posta in disarmo nel 1928 ed adibita ad asilo infantile per gli orfani dei marinai. Il 22 febbraio è una data simbolica in quanto nel 1512 morì Amerigo Vespucci, il navigatore fiorentino che giunse sulle coste del Sud America dando il proprio nome al “Nuovo Mondo”. Dalla sua entrata in servizio a bordo dell’Amerigo Vespucci si è svolta annualmente la campagna formativa degli allievi, fermandosi solamente quattro volte: nel 1940 a causa della Guerra e nel 1964, 1993 e 1997 per lavori straordinari e di ammodernamento. 

l'amerigo vespucci nel porto di vibo valentia

La nave più bella del mondo

Anno 1962
La portaerei americana USS Indipendence entrata da poco in servizio, incrocia nel Mediterraneo la Amerigo Vespucci. Inizia a salutarla con segnali luminosi ed avviene una conversazione radio:

“Chi siete?”

“Nave scuola Amerigo Vespucci, Marina Militare Italiana”

“Siete la più bella nave del mondo”

Amerigo Vespucci fotografia in bianco e nero
La USS Indipendence e la Amerigo Vespucci (Fonte foto Wikipedia)

“Non chi comincia ma quel che persevera”

Il primo motto della nave fu “Per la Patria e per il Re”, sostituito nel 1946 con “Saldi nella furia dei venti e degli eventi” per giungere a quello odierno, istituito nel 1978: “Non chi comincia ma quel che persevera”. Le campagne di addestramento a bordo della Vespucci, oltre 70 dall’inizio della sua attività, si effettuano nei mesi estivi ad hanno durata trimestrale. Durante tale periodo di formazione il personale raggiunge le 400 unità

Negli ultimi 10 anni la Amerigo Vespucci ha molte volte ricoperto il compito di Ambasciatore dell’arte, ingegneria e cultura italiana nel mondo, presenziando ad eventi di rilievo mondiale. Ogni volta che la nave si avvicina alla costa o viene ormeggiata in porto, migliaia sono i curiosi e gli appassionati che accorrono ad ammirarla in tutto il suo splendore. Prima della pandemia le campagne formative venivano effettuate all’estero ed era possibile visitare la nave al suo interno.

91 anni fa il varo dell’Amerigo Vespucci, orgoglio italiano ultima modifica: 2022-02-22T18:05:59+01:00 da Domenico Tropeano

Commenti

Subscribe
Notificami
1 Comment
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
1
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x