L’attesa è ormai terminata! L’Eurovision Song Contest 2022 di Torino, condotto da Mika, Alessandro Cattelan e Laura Pausini, prende ufficialmente il via. Le tre serate della kermesse canora europea, com’è noto, si terranno al PalaOlimpico il 10, 12 e 14 maggio e saranno trasmesse in prima serata su RAI 1. Ad anticipare l’inizio della competizione sono stati l’inaugurazione dell’Eurovision Village al Parco del Valentino e la cerimonia di apertura alla Regia di Venaria (rispettivamente il 7 e 8 maggio). I tre conduttori, presentati ufficialmente durante la scorsa edizione del Festival di Sanremo, avranno un arduo compito da svolgere: essere degli ottimi padroni di casa e, soprattutto, far dimenticare l’ultima confusionaria edizione dell’Eurovision in Italia, condotta da Toto Cutugno e Gigliola Cinguetti nel 1991. Cattelan, Pausini e Mika, molto a loro agio sul palco e con ottima conoscenza della lingua inglese (e non solo) non possono fallire la sfida.

Eurovision 2022 di Torino: prima semifinale del 10 maggio

La prima delle 40 nazioni in gara all’Eurovision Song Contest 2022 di Torino è l’Albania con Ronela Hajati e la sua “Sekret”. Seguiranno i Citi Zeni (Lettonia) con la loro “Eat your salad” e Monika Liu, per la Lituania, in gara con “Sentimentai”. Sarà poi il turno della svizzera Marius Bear con la sua “Boys do cry” e dei LPS (Slovenia) con “Disko”. A seguire toccherà alla band ucraina Kalush Orchestra (favorita per la vittoria) con “Stefania”, alla Bulgaria degli Intelligent Music Project con “Intention” e all’Olanda di S10 (Stien den Hollander) con “De diepte”.

La band Zdob si Zdub e i fratelli Advahov rappresenteranno poi la Moldavia con “Trenuletul”. La portoghese Maro si esibirà con la sua “Saudade”, mentre la croata Mia Dimsic canterà “Guilty pleasure”. Per la Danimarca sarà in gara la band Reddi con “The show”, mentre per l’Austria il musicista LUM!X con “Halo”. Chiuderanno la prima semifinale dell’Eurovision Song Contest 2022 di Torino, il trio islandese Systur con “Með hækkandi sól”, la greca Amanda Georgia di Tenfjord con “Die together”, il duo norvegese Subwoolfer con “Give that wolf a banana” e l’armena Rosa Linn con Snap. Nel corso della serata sono inoltre attesi super ospiti come Diodato, che riproporrà la sua “Fai rumore” dopo la “delusione” dell’Eurovision 2020 annullato. Altri ospiti saranno anche il dj Beny Benassi e il produttore Darsust, che proporranno, insieme ai Sophie and the Giants, il medley di successi dance italiani intitolato “The Dance of Beauty”.

Eurovision Song Contest 2022: seconda semifinale del 12 maggio

Apriranno la seconda semifinale i The Rasmus (Finlandia) con “Jezebel”, seguiti da Michael Ben David (Israele) e la sua “I.M.”. La serba Konstrakta sarà in gara con la sua “In corpore sano”, mentre Nadir Rustamli (Azerbaigian) canterà “Fade to black”. La band Circus Mircus (Georgia) si esibirà sul palco di Torino con “Lock me In”, mentre la maltese Emma Muscat, canterà la sua “I am what I am”. In rappresentanza di San Marino ci sarà poi l’italianissimo Achille Lauro con “Stripper”, mentre per l’Australia ci sarà Sidney Sheldon Riley con “Not the same”. Seguirà poi la cantante cipriota Andromache con “Ela”, l’irlandese Brooke con “That’s rich” e la macedone Andrea con “Circles”.

Per l’Estonia salirà sul palco Stefan con “Hope”, mentre per la Romania l’artista WRS con la spagnoleggiante “Llamame”. Ochman rappresenterà poi la Polonia con “River”, la cantante Vladana il Montenegro con “Breathe” e Jérémie Makiese il Belgio con “Miss you”. Chiuderanno la seconda serata la Svezia di Cornelia Jakobs con “Hold me closer” e la Repubblica Ceca con il trio We Are Domi e la loro “Lights off”. Gli ospiti più attesi della seconda serata sono senza dubbio Il Volo, i quali hanno già partecipato alla kermesse canora nel 2015 con “Grande amore”.

Le cinque finaliste del 14 maggio

La sera del 14 maggio si esibiranno poi le nazioni già qualificate in finale, in quanto paesi fondatori dell’Eurovision. Partiranno Mahmood e Blanco per l’Italia con “Brividi”, poi Alvan e Ahez per la Francia con “Fulenn”, seguiranno Malik Harris per la Germania con “Rockstar”, Chanel per la Spagna con SloMo e, infine, Sam Ryder per il Regno Unito con “Space Man”. Insieme a loro si esibiranno le 20 finaliste delle due serate. Tra gli ospiti della finale saliranno sul palco Gigliola Cinguetti, vincitrice dell’Eurovision nel 1964, e gli eroi indiscussi dell’ultima edizione, ovvero i Måneskin. La band romana, tra le più seguite al mondo, presenterà il suo nuovo singolo “Supermodel” proprio sul palco dell’Eurovision Song Contest 2022 di Torino.

Eurovision Song Contest 2022 di Torino: un festival che torna a respirare

L’Eurovision di Torino arriva dopo due anni veramente difficili, tra la pandemia e la guerra in Ucraina dovuta all’invasione russa. L’edizione 2020, che si sarebbe dovuta tenere nei Paesi Bassi è stata cancellata a causa del Covid. In quell’occasione l’EBU ha deciso di creare uno show alternativo chiamato “Europe Shine a Light”. Diodato, vincitore del Festival di Sanremo con “Fai rumore”, si è esibito in una suggestiva Arena di Verona vuota, con i colori dell’Unione Europea. Nel 2021, l’Eurovision Song Contest si è tenuto regolarmente a Rotterdam, anche se con regole rigidissime, sempre per via della pandemia. Com’è noto, i Måneskin hanno vinto con la loro “Zitti e buoni”. Adesso, dopo la fase grave della pandemia, l’edizione 2022 si svolgerà con un occhio alla guerra in Ucraina (che ha portato anche all’esclusione della Russia dalla questa kermesse canora europea).

Secondo i bookmaker la grande favorita per la vittoria è la band ucraina Kalush Orchestra. Se si mette da parte la componente prettamente musicale, il primo posto dell’Ucraina potrebbe avere anche un valore simbolico. Guerra permettendo, ciò porterebbe infatti all’organizzazione della prossima edizione dell’Eurovision a Kiev. Tra i favoriti ci sono però anche Mahmood e Blanco, che con “Brividi” hanno conquistato sin da subito il grande pubblico, italiano e non solo. Se il duo nostrano dovesse arrivare sul gradino più alto del podio, si tratterebbe della seconda vittoria di fila dell’Italia e la quarta nella storia dell’Eurovision, dopo Gigliola Cinguetti (1964), Toto Cutugno (1990) e Måneskin (2021). Non succede, ma se succede…

Foto in evidenza: © Eurovision Song Contest (pagina ufficiale Facebook).

Eurovision Song Contest 2022: oggi il via ufficiale a Torino ultima modifica: 2022-05-10T09:00:00+02:00 da Antonello Ciccarello

Commenti

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x