Guida Michelin 2022: assegnate 36 nuove stelle a 35 ristoranti, con la bella sorpresa del ristorante Tre Olivi di Paestum che da zero passa a due stelle. Questa, dunque, la ‘cartina gourmet’ italiana delle stelle Michelin 2022: 329 ristoranti, di cui 33 new entry, con una stella; 38 ristoranti con due stelle, tra cui due novità; 11 i ristoranti con tre stelle. La Guida Michelin non è solo cartacea. Tutti i ristoranti si trovano anche nell’app Michelin Ristoranti; il sito www.guide.michelin.com/it, ricco d’informazioni, funziona come motore di ricerca e permette di scegliere facilmente il ristorante secondo i gusti e il budget del potenziale cliente.

La Stella Verde

Nel corso dell’evento in streaming per il conferimento delle stelle 2022, annunciati anche i 17 nuovi ristoranti ai quali gli ispettori hanno assegnato la Stella Verde. Il totale dei ristoranti detentori di questo riconoscimento sale così a 30. La Stella Verde è un simbolo che contraddistingue i ristoratori in prima linea sul fronte della sostenibilità. Nell’assegnare il riconoscimento si tiene conto della produzione delle materie prime, del rispetto del lavoro e del supporto dei produttori locali. E, ancora, della riduzione degli sprechi, della gestione dei rifiuti, senza dimenticare le azioni mirate al risparmio energetico e alla salvaguardia ambientale.

Stelle Michelin per i migliori chef e ristoranti d’Italia

Nella classifica italiana, la Lombardia conferma il primo posto sul podio grazie ai 56 ristoranti (3 con tre stelle, 5 con due, 48 con una) ed ai 4 nuovi stellati. La Campania si aggiudica invece il record annuale di novità (ben 7) piazzandosi al secondo posto con 48 ristoranti, (8 con due stelle e 40 con una). Per il Piemonte, 1 novità e 45 ristoranti (1 con tre stelle, 4 con due, 40 con una) mentre con una new-entry e 41 ristoranti (1 con tre stelle, 5 con due, 35 con uno), la Toscana si piazza in quarta posizione. Il Veneto è la seconda regione più premiata del 2022 grazie a 5 nuovi ristoranti stellati (1 con tre stelle,4 con due, 31 con una) presenti nella guida. Tra le provinceNapoli si conferma in pole position con 30 ristoranti (6 con due stelle e 24 con una) seguita da Roma in seconda posizione con 20 (1 con tre stelle, 1 con due, 18 con una). Due new entry anche per la Calabria dove conquistano la stella Michelin i giovanissimi chef Luigi Lepore e Antonio Biafora. Il primo, a Lamezia, gestisce il ristorante che porta il suo nome mentre Biafora è titolare del ristorante Hyle a San Giovanni in Fiore nel cuore della Sila.

guida michelin

Poi c’è Bolzano con 19 ristoranti (1 con tre stelle, 3 con due, 15 con una) davanti a Cuneo con 18 (1 con tre stelle, 2 con due, 15 con una). Milano si ferma in quinta posizione con 16 ristoranti stellati (1 con tre stelle, 3 con due, 12 con una). I Premi Michelin speciali sono quattro e riguardano: giovane chef 2022 by Lavazza, assegnato a Solaika Marrocco, Primo Ristorante, Lecce; servizio di sala 2022 by Intrecci – Alta Formazione di Sala, assegnato a Matteo Zappile del ristorante il Pagliaccio, Roma. E, ancora, chef mentore 2022 by Blancpain, assegnato a Nadia Santini, ristorante dal Pescatore, Canneto sull’Oglio (Mn). Infine sommelier 2022 by Consorzio del Vino Brunello di Montalcino, assegnato a Sonia Egger, ristorante Kupperlain, Castelbello (BZ).

La storia della Guida Michelin

La Guida Michelin nasce in Francia nel 1900. Era una piccola guida che avevano voluto i fratelli Édouard e André Michelin, i fondatori della Michelin, per aiutare i pochi automobilisti francesi dell’epoca. Conteneva informazioni pratiche su dove fare rifornimento, dove trovare un’officina, dove cambiare i pneumatici e indicazioni su dove mangiare e dormire. In Italia, la prima Guida Michelin è del 1956. Nasce quindi come aiuto per chi viaggia, come ogni prodotto (pneumatici, carte e guide) Michelin, e continua ad esserlo.

michelin stelle

I rigorosi criteri di selezione, applicati in modo omogeneo in 30 Paesi, la rendono un riferimento nel campo della ristorazione. Gli ispettori operano in modo anonimo seguendo una consolidata metodologia in tutto il mondo e pagano il conto al ristorante, valutando esclusivamente la qualità della cucina in base a cinque criteridefiniti da Michelin. Criteri che sono: qualità dei prodotti, gusto e abilità nella preparazione dei piatti e nella combinazione dei sapori, cucina rivelatrice della personalità dello chef, rapporto qualità/prezzo e continuità nel tempo e nel menu. Questi criteri sono rispettati dagli ispettori Michelin in tutto il mondo. Dunque la qualità di un ristorante tre stelle è la stessa in America o in Europa o in Asia; così come il valore della stella Michelin è identico a Roma o a Parigi o a New York.

Guida Michelin 2022: new entry e conferme per ristoranti e chef stellati ultima modifica: 2021-11-26T12:00:00+01:00 da Redazione

Commenti

Subscribe
Notificami
2 Commenti
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x