notification icon
App italiani.it
Tutto il meglio di italiani.it sul tuo telefono
Installa

Bologna la rossa, Bologna la città dei portici. Innumerevoli sono i soprannomi per la città emiliana ma non compensano la sua maestosità. Perdendosi tra le viuzze illuminate dalla luce del tramonto, Bologna si schiude davanti agli occhi del visitatore. Tuttavia, il territorio circostante offre le stesse possibilità di rimanere incantati. Basta sapere dove cercare. Appollaiati pacificamente in zone magiche, i castelli che circondano il territorio di Bologna sono tutti da scoprire.

Castelli - Cielo nuvoloso con in lontananza il castello Manservisi
Fonte foto by Skatalitico is licensed under CC BY-NC-ND 2.0 

Ma che bei castelli…

Nel borgo di Castelluccio, in provincia di Bologna, si staglia fiero contro il paesaggio il Castello Manservisi. E un tempo, la nobile famiglia dei Nanni Levera possedeva il complesso architettonico che fu ristrutturato da Alessandro Manservisi alla fine dell’Ottocento. Emblema dell’architettura romantica e riferimento al periodo neo-medievale, il Castello protegge il parco e il cortile, con le sue imponenti mura di cinta. Al contrario, l’architettura interna è accogliente e lussuosa, rappresentativa della bravura dei suoi costruttori. Spesso vi organizzano mostre d’arte al suo interno. Invece, risalente al 1475, il Castello dei Bentivoglio custodisce gelosamente al suo interno affreschi cinquecenteschi. Residenza destinata allo svago e al divertimento, la famiglia nobile bolognese dei Bentivoglio vi trasmise amore e passione.

Mura di uno dei Castelli di Bologna
“Mura esterne del castello” by kiki follettosa is licensed under CC BY-NC-SA 2.0 

Storie che si intrecciano all’interno dei castelli

In un intreccio tra la storia romana e quella medievale, il Castello di Serravalle lascia a bocca aperta i visitatori. Distrutto nell’VIII secolo dai longobardi, il borgo fortificato poté godere di una seconda possibilità. Difatti, dalle ceneri delle fondamenta romane, il castello risorse indomabile. Le sue mura inespugnabili diedero asilo al famoso condottiero Carlo Magno. In seguito, dopo la dominazione di Matilde di Canossa, Modena e Bologna combatterono per ottenerlo. La ghibellina Modena riuscì a farsi valere sui guelfi bolognesi. Nel XVI secolo, il borgo passò sotto la guida della famiglia Boccadiferro. E iniziarono le leggende. Potrebbero mai i castelli essere tali senza avere fantasmi al loro interno? Per questo motivo, si racconta che le anime in pena delle mogli di Boccadiferro vaghino per il castello. E cercano vendetta. Anche il fantasma di Boccadiferro aleggia nell’aria del castello, ucciso dalla sua tredicesima moglie.

Castelli - Il fossato con il fiume che circonda il castello
“Castello di San Martino” by poluz is licensed under CC BY-NC-SA 2.0 

Il Castello di San Martino in Soverzano

Da ultimo ma non meno importante, il Castello di San Martino in Soverzano è una elegante struttura nel comune di Minerbio. Per accedervi, è necessario superare il fossato tramite i due ponti levatoi. A volerne la costruzione fu il cavaliere bolognese Bartolomeo Manzoli. Egli scelse quest’area dove precedentemente sorgeva una torre antichissima di difesa. Risalente al Duecento, il suo nome era torre degli Ariosti. E si può dire che viva ancora grazie al Castello. Sebbene si sia mantenuto in ottimo stato, ha richiesto dei restauri. Ciò non ha diminuito la sua bellezza, inficiandola. Ma, anzi, l’ha resa ancora più bella. Il possente maniero di San Martino in Soverzano, assieme a quelli precedentemente nominati, arricchisce il territorio bolognese, celebrandone i fasti e le battaglie, la storia e i divertimenti.
I castelli riescono sempre a farci sognare!

I Castelli nel territorio di Bologna che lasciano a bocca aperta ultima modifica: 2019-12-04T18:17:00+01:00 da Elena Morrone

Commenti