notification icon
App italiani.it
Tutto il meglio di italiani.it sul tuo telefono
Installa

Riaprirà presto al pubblico il Tempio di Alatri, all’interno del Giardino del Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia a Roma. Situato tra il Ninfeo e l’ala destra del percorso espositivo, diventerà la Macchina del Tempio, uno spazio immersivo digitale dove i visitatori potranno sperimentare un racconto della storia che si snoderà in un viaggio attraverso il tempo. Importante sarà il ruolo della sua componente digitale, ma altrettanto importante sarà quello della storia e della sua narrazione. I lavori della Macchina del Tempio potrebbero essere pronti per il 2023.

Diventerà la Macchina del Tempio, un originale viaggio nella storia e nel tempo

Un’idea visionaria e molto avanti nel tempo la realizzazione di questo tempio, uno dei monumenti più importanti di Villa Giulia. Si tratta infatti della riproduzione a grandezza naturale di un tempio etrusco-italico che era stato rinvenuto ad Alatri, in provincia di Frosinone, nel 1882. All’epoca si era occupato della ricostruzione l’architetto e archeologo Adolfo Cozza. Lo aveva incaricato, fortemente convinto della bontà di questa idea, il padre fondatore del Museo Etrusco, Felice Bernabei.

particolare tempio di alatri
(ph credit: Saliko – CC BY-SA 4.0)

Il modello su cui realizzare questa copia, in scala uno a uno, era un tempietto risalente al III-II secolo avanti Cristo. Era stato portato alla luce grazie ad uno scavo, dello stesso Adolfo Cozza e di Hermann Winnefeld dell’Istituto archeologico Germanico, in località La Stazza, un chilometro a nord di Alatri. Affinché la ricostruzione fosse fedele all’originale, si fece tesoro delle informazioni venute direttamente dagli scavi archeologici. Per dare al pubblico la possibilità di capire come era fatto un tempio tuscanico.

A fine Ottocento il Tempio di Alatri era stato uno dei primi esempi di “open air museum”

Per la realizzazione di questa copia del tempio – i lavori cominciarono nel 1889, anno dell’apertura del Museo Etrusco, e andarono avanti fino al 1891 – si cercarono di riprodurre le stesse tecniche di oltre duemila anni prima. Con particolare attenzione ai materiali originari, legno, ceramica, terracotta, e anche alle loro particolari decorazioni. L’operazione riuscì. Il tempio di Alatri rappresentava uno dei primi esempi al mondo di ricostruzione per fini didattici e innovativi. Un’opera, per l’epoca, davvero molto avvenieristica, uno dei primi casi di “open air museum” a livello internazionale. Nonostante questo, l’opera era stata poco apprezzata e ingiustamente sottovalutata dalla critica museologica. Forse perché l’idea era troppo innovativa. Ma anche perché in breve tempo il tempio era stato abbandonato ad una situazione di progressivo degrado. Per diventare, alla fine, un deposito non accessibile al pubblico.

Il nuovo intervento a 45 anni dall’ultimo restauro

A 45 anni dall’ultimo intervento di ristrutturazione che era stato coordinato da un nipote di Adolfo Cozza, l’archeologo Lucos Cozza, si riparte con questo importante restauro. Farà rinascere il tempio a nuova vita nel modo più coerente con lo spirito antico, rispettando le tecniche e i materiali dell’epoca. Così come era stato a fine Ottocento, pur assicurando la massima sicurezza che le cognizioni attuali possono garantire.

veduta laterale del Tempio Alatri
(ph credit: pagina fb Villa Giulia)

Un restauro, quello attuale, che è solo il primo passo di un percorso più ampio. Il finanziamento dell’opera viene dalla regione Lazio che ha fatto un bando ad hoc per l’innovazione tecnologica e la comunicazione digitale. Oltre al restauro, ci sarà la Macchina del Tempio. Ricostruirà il paesaggio di Alatri dell’epoca, per raccontare nel modo migliore possibile, grazie alle nuove tecnologie, quell’ambiente in quel tempo. Il Tempio di Alatri potrà quindi essere rivisto, riletto e reinterpretato dai visitatori. La Macchina del Tempio li porterà in un viaggio, nel tempo e nello spazio, di grande emozione.

(credit foto in evidenza: Saliko – CC BY-SA 4.0)

Torna a nuova vita il Tempio di Alatri a Villa Giulia a Roma ultima modifica: 2021-07-12T09:00:00+02:00 da Cristina Campolonghi

Commenti

Subscribe
Notificami
1 Comment
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
2
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x