notification icon
App italiani.it
Tutto il meglio di italiani.it sul tuo telefono
Installa

C’era una volta un burattino di nome Pinocchio, probabilmente tutti conoscono questo racconto antico. La storia di Pinocchio, nata nel borgo di Collodi, ha ispirato diversi film di successo. Sicuramente, la sceneggiatura più conosciuta sulle avventure del famoso burattino è quella del regista Luigi Comencini, che vede un grande Nino Manfredi nei panni di Geppetto. La serie, trasmessa per la prima volta nel 1972 in sei puntate, è, ancora oggi, tra le più conosciute dal grande pubblico. Ma ritorniamo sull’argomento di questa rubrica sui borghi più belli del nostro bel Paese, intrapresa da italiani.it.

Una scena del cartone
Nella foto una scena del cartone

Curiosità dal mondo delle fiabe

Spesso le fiabe si mescolano alla realtà. E’ il caso del piccolo borgo toscano di Collodi, una ridente frazione del Comune di Pescia. Questo cofanetto di architettura e pietra, sapientemente collocata dalle maestranze locali, è fortemente legato al nome di Carlo Lorenzini, un noto scrittore e giornalista. Il suo nome è nell’immaginario collettivo, con una piccola variazione al cognome, che analizzeremo a breve, per avere creato le avventure del burattino Pinocchio. Questo racconto straordinario prende il volo intorno al 1881.

Nella foto il giornalista Collodi.
Nella foto Carlo Collodi , insieme al suo Pinocchio

Carlo Lorenzini decise, dopo la fama internazionale, di cambiare il suo cognome con Collodi, per omaggiare il villaggio della sua infanzia. Passeggiando in questo piccolo scrigno di bellezza, l’occhio attento del viandante viene catapultato nella fiaba di Pinocchio. Pare di intravedere le viuzze del racconto. Dopo la piazza principale è possibile intravedere la bottega di Geppetto e la vecchia scuola del burattino.

Il borgo di Collodi oggi…

La piccola frazione, nel cuore della Toscana, è conosciuta anche per l’antica rocca, di estrema bellezza, e per la raffinata Villa Garzoni, sorprendente location con un giardino da fiaba. Ancora oggi, migliaia di turisti, raggiungono il luogo incantato per visitare il parco dedicato a Pinocchio. Un marcatore turistico molto forte, che unisce diverse generazioni. La storia del burattino è stata ripresa al Cinema, nel 2019, dal regista Garrone, con la partecipazione di Roberto Benigni e dell’attore Federico Ielapi, conosciuto da tutti per la sua partecipazione nella serie Don Matteo.

Giardino Garzoni Collodi
“Giardino Garzoni Collodi” by mstefano80 is licensed under CC BY-SA 2.0

Collodi, fiaba o realtà?

Questo villaggio, nato su un piccolo promontorio, in realtà esiste veramente. Collodi è l’esempio più lampante di come la fiaba, tante volte, può mescolarsi con la realtà. Collodi presenta diverse sfumature medievali, che vanno dalle strutture alla collocazione delle strade. E’ una sorta di piccola fortezza costruita in una posizione elevata per poter contrastare possibili attacchi da popolazioni nemiche. C’era una volta… e c’è ancora Collodi… il viaggio continua.

(Foto dal cartone Pinocchio)

Collodi, c’era una volta il borgo di Pinocchio ultima modifica: 2020-10-25T20:00:29+01:00 da Omar Falvo

Commenti