Il giorno venerdì 27 luglio avremmo la possibilità, o meglio la fortuna, di assistere ad un evento straordinario che prende forma ogni 100 anni. Stiamo parlando dell’eclissi di luna di fuoco. Addentriamoci nel fenomeno e scopriamo assieme di cosa si tratta.
L’eclissi è quel fenomeno naturale che avviene ogni qual volta si allineano sole, terra e luna. Il perfetto allineamento avviene solo lungo la linea dei nodi, ossia nei punti in cui l’orbita lunare interseca quella terrestre. Quindi le eclissi si verificano solo se la luna è in fase di plenilunio o novilunio o se la stessa si trova in uno dei nodi o in prossimità.
In generale, per eclisse si intende l’oscuramento della luce di un corpo celeste da un qualsiasi altro corpo creando un’ombra totale o parziale.

eclissi di luna

Eclissi solare e lunare

Nel nostro cielo esistono principalmente due tipi di eclissi, quella solare e lunare. Nel primo caso viene eclissato il sole (che quindi sparisce) e viceversa nella lunare. Inoltre, nell’eclissi solare la luna passa tra sole e terra e deve essere osservata con appositi occhiali per non danneggiare la retina. In quella lunare, la terra passa tra sole e luna e possiamo assistere allo spettacolo tranquillamente ad occhio nudo.
Ma qual è la differenza tra eclissi totale e parziale? Quando la luna si trova nel cono d’ombra, l’eclissi è totale. Ma lo è anche quando la luna è situata nelle immediate vicinanze, in quanto il cono d’ombra della terra è molto ampio rispetto alle dimensioni lunari. Nel momento invece in cui la luna si trova nella zona di penombra si ha un’eclissi parziale.
Inoltre, l’eclissi totale lunare avverrebbe quando c’è luna piena, quindi ogni 28 giorni. Ma allora perché non ne vediamo una al mese? Si riscontra solo due volte l’anno a causa dell’inclinazione dell’orbita lunare, non perfetta rispetto a noi e il sole.

eclissi di luna - i pianeti

Eclissi di luna di fuoco: cosa avverrà il 27 luglio

Delle 5 eclissi di luna del 2018, la più lunga si terrà il 27 luglio 2018. La luna e Marte saranno i protagonisti astronomici indiscussi: inizialmente la luna si tingerà di rosso, poi assisteremo ad un’eclissi totale. Si vedranno in cielo due palle di fuoco, uno spettacolo letteralmente celestiale.
Il passaggio nella zona di penombra si avrà dalle ore 19,14. Alle 22,20 assisteremo alla totalità dell’eclissi, quando sarà completamente rossa. Terminata la totalità dell’eclissi, la luna tornerà piano piano nel suo aspetto originario. Perché sarà così lungo lo spettacolo? Perché la luna si troverà all’apogeo, ossia alla massima distanza dalla terra e necessiterà di più tempo per percorrere la sua orbita. Diverso è invece l’evento del perigeo avvenuto lo scorso capodanno.
…dimenticavo! Sapete perché si parla di eclissi di sangue? Il colore rosso è dovuto ad un effetto fisico per cui le polveri presenti nell’atmosfera terrestre assorbono la luce del sole e la riflettono, prendendo appunto il colore caratteristico. A fare compagnia alla luna ci sarà Marte, di colore rubino.
Se state per pianificare il tutto in compagnia, sappiate che basterà posizionarsi in una semplice zona rialzata seduti su un plaid. Guardatela verso sud-est, magari in un posto non particolarmente luminoso e ancora meglio con l’aiuto di un binocolo.
Aspettate con lo sguardo all’insù e il binocolo alle mani l’eclissi di luna.
Siete tutti pronti per l’evento celeste del ventunesimo secolo?

Flavia Del Treste

Autore: Flavia Del Treste

Romana, classe ’91, alle spalle una laurea in Letterature e Traduzione Interculturale Inglese e Francese. Lavoro come SEO web writer e traduttrice freelance per aziende e privati. Tra un articolo e l’altro non dimentico mai di fare una passeggiata in sella al mio cavallo. La passione per l’equitazione mi ricorda le mie origini e soprattutto cosa vuol dire essere felice.

Eclissi di luna del 27 luglio 2018: l’evento del secolo ti aspetta con il naso all’insù ultima modifica: 2018-07-27T09:00:05+00:00 da Flavia Del Treste

Commenti