notification icon
App italiani.it
Tutto il meglio di italiani.it sul tuo telefono
Installa

Ufo Robot (Goldrake) è il cartone animato giapponese, ideato da Gō Nagai, che negli anni ’70 conquista grandi e piccini. Trasmesso per la prima volta in Giappone dalla Fuji Television, il 5 ottobre 1975, e prodotto dalla Toei Animation, dal 1975 al 1977, riscuote un grande consenso di pubblico.

Goldrake nello spazio
“goldrake” by Emiliano Grusovin is licensed under CC BY-NC-SA 2.0

In Italia lo trasmette Rai 2

Il successo di Ufo Robot (Goldrake), in Italia, supera ogni rosea aspettativa. Gli episodi vengono trasmessi per la prima volta da Rai 2, nel tardo pomeriggio del 4 aprile 1978, all’interno del contenitore serale “Buonasera con…”. Tocca all’allora annunciatrice Maria Giovanna Elmi introdurre la serie, dopo averne spiegato le caratteristiche. Inizialmente, al cartone si dà erroneamente il nome di Atlas Ufo Robot, per via di una traduzione sbagliata, ma questo non influisce minimamente sulla sua affermazione nella televisione italiana.

Anche le sigle della serie hanno fortuna

Le due sigle italiane hanno una strepitosa fortuna: sono tra i singoli più venduti del 1978. La prima, “Ufo Robot”, supera il milione di copie vendute. Molto orecchiabile, con un incipit indimenticabile: “Si trasforma in un razzo missile, con circuiti di mille valvole, tra le stelle sprinta e va. Mangia libri di cibernetica, insalate di matematica e a giocar su Marte va…”, rimane fra i ricordi d’infanzia più belli dei cinquantenni nostalgici di oggi. Anche la seconda sigla, “Goldrake”, raggiunge un ottimo risultato: oltre 700mila sono le copie vendute. Scritte entrambe da Luigi Albertelli, su musica e arrangiamento di Vince Tempera, Ares Tavolazzi e Massimo Luca, vengono pubblicate nell’album “Atlas Ufo Robot”. Il cartone animato diventa presto una vera e propria mania per i giovani studenti del tempo: Goldrake comincia ad apparire su cartelle, diari, astucci e perfino sulle merendine.

Actarus

Ufo Robot: la trama

Ufo Robot rappresenta una novità assoluta per il pubblico di quegli anni, al quale propone storie sempre avvincenti. Questa, in sintesi, la trama del film: Duke Fleed (poi Actarus) è un eroe alieno che trova riparo sulla Terra dopo che il suo pianeta natale, Fleed, viene conquistato dalle truppe del Re Vega. Al suo fianco c’è il terrestre Alcor, ma c’è soprattutto Goldrake, l’astronave pronta a trasformarsi in un titano d’acciaio.

Ufo Robot (Goldrake), l'astronave

E’ nascosta in un hangar sotterraneo della base guidata dal dottor Proctor e, quando sulla Terra scatta l’allarme, Actarus corre fino a infilarsi nel tunnel che lo proietta nella cabina di comando. L’astronave sbuca dal terreno fiondandosi contro l’avversario inviato da Vega. Ogni volta Actarus si trova davanti un gigantesco guerriero o una spaventosa creatura da combattere. Al termine del duello, il bene trionfa sul male, ma la minaccia aliena resta, pronta a sferrare un nuovo attacco.

Ufo Robot, Goldrake, Alctarus e Alcor

Le polemiche

Goldrake (Grendizer in originale), è un cartone animato innovatore per la televisione italiana. Per la prima volta il pubblico ha di fronte il primo robot giapponese, gigantesco e dal “cuore umano”, che combatte contro mostri spaziali. Goldrake diventa un intrattenimento per grandi e bambini. Tuttavia, per i suoi contenuti, finisce presto al centro di aspre polemiche. La ragione è semplice: rappresentava qualcosa di completamente diverso rispetto a ciò a cui il pubblico era stato abituato fino a quel momento. Il cartone animato viene accusato di spingere alla violenza, di fuorviare le giovani menti. Lotta Continua lo definisce addirittura “un simbolo di ribellione”, mentre Gianni Rodari lo difende, paragonando Goldrake a Ercole e agli eroi classici.

Goldrake, il primo di una lunga serie

Goldrake è il primo di una lunga serie di cartoni animati giapponesi che negli anni vengono trasmessi dalle nostre televisioni, soprattutto quelle private. Rappresenta una svolta nel panorama televisivo italiano, che comincia così a vedere in queste serie una nuova forma di intrattenimento rivolta non solo ai bambini.

(Foto Goldrake Pagina Facebook)

Goldrake viene trasmesso per la prima volta il 5 ottobre 1975 ultima modifica: 2020-10-05T09:00:00+02:00 da Antonietta Malito

Commenti