Lunghi capelli splendenti color dell’oro, occhi cerulei e sguardo intenso come nessuna. Coraggiosa e fiera, senza macchia e senza paura, fedele scorta della Regina Maria Antonietta d’Austria. Un ricordo ancora vivido nei nostri cuori, quello dell’amatissima Lady Oscar!

Lady Oscar

Eh si, l’eroina francese del celebre manga che ci ha appassionati e conquistati, rivive ogni qualvolta il suo cartone animato viene riproposto in TV. In realtà il personaggio di Lady Oscar è tutt’altro che estraneo alla storia, anzi, è esistita davvero una guerriera simile a lei. Siete curiosi? Cominciamo!

La storia di Lady Oscar: una donna al comando della Guardia Reale

L’amore, la morte, la battaglia, la Rivoluzione francese… e una magnifica e temeraria giovane donna che si chiama Oscar. Questa la cornice della trasposizione televisiva del celebre manga di Riyoko Ikeda, apprezzato in tutto il mondo ma soprattutto in Italia. Grande festa alla corte di Francia, c’è nel regno una bimba in più, biondi capelli e rosa di guancia Oscar ti chiamerai tu. Il buon padre voleva un maschietto ma ahimè sei nata tu, nella culla ti han messo un fioretto, lady dal fiocco blu.

Lady Oscar
Lady oscar intenta in un combattimento

Che magnifici ricordi! Non sembra anche a voi di riascoltare la soave voce di Cristina d’Avena, che intona la canzone di Lady Oscar? Esempio di forza e determinazione, si può dire che Oscar sia stata la nostra paladina sin da subito. Ci ha rapito con la sua eleganza e il suo inflessibile codice d’onore, e ci ha avvinto con il suo dilemma interiore. Si, perché Oscar era nata donna, ma a quel tempo in Francia, alla corte di Versailles, non era certo facile esserlo.

Donna? Giammai!

Fu uno shock per suo padre constatare che, dopo aver accolto ben sei femmine tra la sua progenie, invece di un bel maschietto era nata un altrettanto meravigliosa piccola lady. Ciononostante, Oscar fu educata come se fosse stata un uomo, rinnegando il suo lato femminile, che però traspariva dalle sue piccole e delicate movenze e dalla sua instancabile forza interiore.

Andrè e Lady Oscar
Andrè e Lady Oscar, segretamente innamorati, si baciano appassionatamente

Inflessibile e umana, quasi al pari di una regina, Oscar rappresentava tutto ciò che una donna doveva imparare ad essere, e il suo insegnamento è assolutamente attuale. Per quanto abbia dovuto tacere sulla sua vera identità, Lady Oscar ha dimostrato che, esattamente come ogni uomo, una ragazza determinata può raggiungere qualsiasi obiettivo si prefigga. Numerosi eventi si succedono nella trama, e ancora oggi molti di noi ricordano la concitazione di quei momenti!

Maria Puteolana, la Lady Oscar di Pozzuoli

Abbiamo ripercorso le memorie d’infanzia, in cui Lady Oscar colorava le nostre mattinate di scuola. In pochi sapranno, tuttavia, che Lady Oscar è in realtà una figura tutt’altro che immaginaria. Insomma, non è mai esistita una vera Lady Oscar, però abbiamo rintracciato un personaggio altrettanto interessante che pare esserne la copia esatta! Di Maria Puteolana, la Lady Oscar di Pozzuoli, si sa purtroppo ben poco. Anche lei, come Oscar, preferì combattere per il proprio paese piuttosto che relegarsi nell’anonimato.

Lady Oscar e Maria Puteolana
Maria Puteolana, la Lady Oscar nativa di Pozzuoli

Guerriera unica nel suo genere, Maria viene nominata perfino da Francesco Petrarca. Quest’ultimo pare visitasse spesso la zona di Pozzuoli, e proprio qui, nel 1341, incontrò Maria alla corte di Roberto D’Angiò. Stando a quanto racconta il Petrarca, quella non sarebbe stata la prima volta che vedeva la nobile armigera. Anzi, asseriva d’averla incontrata già quando era solo una fanciulla.

Petrarca e Maria Puteolana

Era a capo dell’esercito di Roberto D’Angiò, e non aveva alcuna intenzione di stare a casa a rammendare calzini. I piani di Maria erano ben altri, e prevedevano un totale sovvertimento dell’allora ordine sociale, che non concepiva assolutamente di vedere una donna al pari di un uomo. Petrarca non mancava di elogiarla nei suoi scritti, e grazie alle sue parole d’encomio sappiamo di più su questa figura così carismatica: Aveva destrezza insolita e rarissima, forza, età, portamento, desideri di uomo prode; non tele ma archi, non aghi e specchi ma frecce e brocchieri usava, e nel suo corpo non baci e lascivia ma ferite ed onorate cicatrici. Maria non conosceva la paura: morì con onore difendendo la sua amata Pozzuoli dagli attacchi dei pirati. Oggi, il ricordo di Maria Puteolana vive attraverso Lady Oscar, tra passato e presente, tra verità…e leggenda.

Marcella Calascibetta

Autore: Marcella Calascibetta

Scrivo dall’età di sedici anni, e (per fortuna) non ho mai smesso. Sono laureata con orgoglio alla Federico II di Napoli, città che amo e che mi diede i natali. Con mia grande gioia, ho avuto la possibilità di veder pubblicato il mio primo romanzo, dopo tanti anni che era rimasto segregato in un cassetto. Una frase che mi rispecchia? I sogni migliori si fanno da svegli!
Lo sapevi che Lady Oscar è esistita davvero? A Pozzuoli… ultima modifica: 2019-06-29T09:00:09+02:00 da Marcella Calascibetta

Commenti