La giardiniera di verdure è una delle conserve più conosciute e apprezzate della cucina tradizionale italiana. Colorata e gustosa, la giardiniera è realizzata con ortaggi tagliati a tocchetti e lessati in acqua e aceto. Ricca e saporita, unisce la bontà e i sapori della nostra terra. Si può preparare utilizzando diverse verdure, a seconda dei gusti. Nella ricetta che vi presentiamo abbiamo scelto i cavolfiori, le carote e i peperoni. Questo piatto colorato e sfizioso, si realizza d’estate, quando nell’orto abbondano gli ortaggi, allo scopo di consumarli nel periodo invernale. La giardiniera è perfetta come antipasto, ma può essere consumata anche come contorno o per guarnire altri piatti.

Le origini

La giardiniera è un tipico piatto della cucina contadina. Nata in Piemonte, è conosciuta anche come “antipasto piemontese” ed è uno dei più diffusi e famosi nell’Italia nord-occidentale. Si tratta di un piatto povero, la cui preparazione varia leggermente da famiglia a famiglia: ognuno, infatti, può utilizzare gli ortaggi che preferisce. Le sue origini risalgono al Medioevo, quando una conserva molto simile veniva preparata dai monaci dei  monasteri del Piemonte e dell’Emilia Romagna. Questi erano abili nel far risaltare il gusto di ogni verdura senza aggiungere olio o sale. Essi lasciavano che il tempo di bollitura, l’aceto e le varie spezie donassero alla conserva un sapore deciso e delicato al tempo stesso. Una volta pronta, essa si conservava negli appositi vasetti che venivano lasciati al buio e al fresco affinché il calore e la luce non intaccassero colori e sapori. I vasi erano chiusi con tappi di legno e stracci. La giardiniera, inoltre, era molto apprezzata da alcuni noti personaggi storici. Fra questi, si annoverano il compositore Giuseppe Verdi e lo scrittore e giornalista Giovannino Guareschi. Il primo la consumava con la spalla cotta, il secondo con il cotechino lessato.

verdure pronte per la giardiniera

La giardiniera di verdure: gli ingredienti

1 kg di cavolfiori

1 kg di carote

1 kg di peperoni

750 ml di aceto di mele

400 gr di zucchero

4 dl di olio extra vergine d’oliva

sale quanto basta

Preparazione

Per preparare la giardiniera occorre pulire le verdure, lavarle accuratamente e tagliarle. Con un coltello, si eleminano le foglie esterne del cavolfiore e si taglia il torsolo. Si pelano le carote e si tagliano a strisce non troppo sottili e non troppo lunghe. Dai peperoni si tolgono i semi presenti all’interno, e si tagliano anche questi a strisce corte. Quando avrete terminato di pulire e tagliare tutte le verdure, mettete sul fuoco una pentola capiente e versatevi l’aceto di mele. Aggiungete l’olio extra vergine d’oliva, lo zucchero e il sale. Mescolate e fate sobbollire, poi unite i cavolfiori e lasciateli cuocere per cinque minuti a fuoco moderato. Con un mestolo scolateli e riponeteli su uno strofinaccio pulito. La stessa cosa farete separatamente con le carote, i peperoni verdi, quelli gialli e infine quelli rossi. Quando le verdure si saranno raffreddate, ponetele in un vasetto di vetro precedentemente sterilizzato. Depositatevi, a strati, i pomodori rossi, poi quelli verdi, a seguire quelli gialli, le carote e infine i cavoletti. Versatevi sopra l’aceto di mele fino a coprire le verdure. Chiudete ermeticamente il vasetto e conservatelo per un mese in un luogo fresco e buio. Passato questo periodo, la giardiniera di verdure è pronta per essere consumata.

Allegria in tavola

La giardiniera è un piatto semplice ma ricco di gusto. Ottima come antipasto, questa conserva può essere consumata anche insieme a salumi e formaggi, come contorno, oppure per condire primi piatti, insalate di riso e insalate di pasta. Il sapore agrodolce e la croccantezza delle verdure, la rendono un piatto sfizioso. I colori brillanti degli ortaggi, poi, fanno della giardiniera un piatto allegro e fresco, da consumare in tutte le stagioni.

La giardiniera di verdure, bontà della tradizione contadina ultima modifica: 2021-06-23T13:00:07+02:00 da Redazione

Commenti

Subscribe
Notificami
2 Commenti
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
2
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x