Le castagnole o anche dette favette sono un dolce tipico di carnevale diffuso in tutta Italia. La loro ricetta è molto antica, infatti è stato ritrovato nell’archivio di stato di Viterbo un volume manoscritto del settecento, in cui ci sono scritte 4 varianti e anche un’eventuale cottura in forno. Gli ingredienti principali che sono farina, zucchero, uova e burro o olio di semi danno vita alla formazione di palline che vengono fritte in abbondante olio bollente. Io le ho arricchite con una delicata crema che gli conferisce un sapore ancora più goloso e piacevole. Volendo possono anche essere gustate semplicemente fritte e spolverizzate con zucchero a velo, insomma delle piccole chicche. Buona preparazione a tutti.

Tempo di realizzazione: 45 minuti
Grado di difficoltà (da 1 a 5): 1

Ingredienti

Per le castagnole
500 g di farina 00
130 g di zucchero semolato
2 uova di medie dimensioni
100 ml di latte intero
100 ml di olio di semi
50 ml di liquore strega
scorza di un’arancia biologica grattugiata
1 bustina di lievito in polvere per dolci
1 lt di olio di semi di arachidi per friggere

Per la crema
350 ml di latte intero fresco
150 ml di panna fresca
100 g di zucchero 
2 uova di medie dimensioni
50 g di farina 00
qualche goccia di essenza di vaniglia

Per la finitura
zucchero a velo vanigliato qb

Castagnole alla crema su vassoio

Procedimento per realizzare le Castagnole alla crema

Per la crema
In un pentolino amalgamare le uova con lo zucchero, unire l’essenza di vaniglia, la farina setacciata, per ultimo il latte e la panna a temperatura ambiente, mettere il tutto sul gas e cuocere a fiamma moderata fino a far addensare con l’aiuto di una frusta.
Se usate il bimby nel boccale inserire tutti gli ingredienti 8 min 90° vel 4. Trasferire la crema in una ciotola con pellicola a contatto e far raffreddare a temperatura ambiente.
Per le castagnole
Con l’aiuto di un frullino elettrico (inserire le fruste a spirale per impastare) o a mano con un cucchiaio di legno amalgamare le uova con lo zucchero, inserire a cucchiaiate la farina setacciata alternando il latte con l’olio, ultimare l’impasto con la scorza d’arancia, il liquore e il lievito in polvere.

Castagnole alla crema su piattino

L’impasto ottenuto è molto simile a quello della pasta choux, farlo riposare a temperatura ambiente per un’ora, passato il tempo stabilito metterlo in una sacca a poche e dosarlo direttamente con una sacca a poche in gnocchetti nella padella dove avrete scaldato abbondante olio bollente (170°C), aiutatevi con una forbice o un coltello intinto nell’olio della frittura. Le castagnole devono essere dorate, farle raffreddare e con l’aiuto di una sac a poche con beccuccio liscio riempire le castagnole con la crema e spolverizzarle con zucchero a velo vanigliato.
La ricetta è stata realizzata da Emanuela Giannico.

Marco Spetti

Autore: Marco Spetti

Ma chi è Marco Spetti? Un appassionato di gastronomia che un bel giorno ha deciso di fondare un gruppo su Facebook, insieme alla sua amica Maria Antonella Calopresti, che porta il titolo di “Quelli che… non solo dolci”, un gruppo nato 2 anni fa e che oggi conta più di 30.000 iscritti. Un gruppo dove si condividono ricette, esperienze ed esperimenti il tutto in un clima goliardico. Vanta collaborazioni con importanti riviste di pasticceria.
Castagnole alla crema ultima modifica: 2019-03-09T09:00:12+02:00 da Marco Spetti
Lascia il tuo voto:
recipe image
Nome Ricetta
Castagnole alla crema
Nome Autore
Pubblicato il
Tempo Totale

Commenti