notification icon
App italiani.it
Tutto il meglio di italiani.it sul tuo telefono
Installa

Il Carnevale è l’evento dell’anno dedicato all’allegria e alla spensieratezza. Ha, nella tradizione italiana, radici molto antiche. Ogni città della nostra penisola ha una storia particolare legata a questa festività. Ed è una vera e propria lotta tra chi vanta tradizioni antiche e rivendica riconoscimenti. In Sicilia, poi, c’è una lunga storia connessa al Carnevale. Uno dei luoghi più visitati durante questa manifestazione è in provincia di Catania. Il Carnevale di Acireale vanta di essere considerato “Il più bel Carnevale di Sicilia”. E senza dubbio è un appuntamento molto atteso.

La storia del Carnevale di Acireale

Il Carnevale di Acireale ha una lunga tradizione. Risalirebbe persino al 1500 per essere poi riscoperto in età moderna. Nel 1700 spuntarono alcune maschere che prendevano in giro le varie classi sociali. E poi ancora nell’Ottocento, quando iniziarono i balli popolari in Piazza Duomo e la cerimonia della cremazione di Carnevale, usanza viva ancora oggi. Nel XXI secolo fu realizzata la sfilata delle carrozze dei nobili che lanciavano alla gente dei confetti multicolori. Mentre è del 1880 la costruzione dei primi carri di cartapesta.

Carro allegorico del Carnevale di Acireale
Alcuni particolari di un carro allegorico dell’edizione dello scorso anno

Da allora fino ai nostri giorni Acireale ha mantenuto questa tradizione. Numerosi sono i cantieri portati avanti da artigiani che hanno realizzato carri sempre più curati. Dagli anni Settanta del secolo scorso il Carnevale è diventato sempre più importante. I carri sono diventati sempre più sofisticati e colorati, come quelli infiorati belli e maestosi. Ed è nel 1996 che Acireale, per la prima volta, ha la lotteria nazionale assieme a Viareggio e Putignano.

Il Carnevale di Acireale dura tre domeniche

Chi volesse, allora, andare ad ammirare i carri ha l’imbarazzo della scelta. Perché dato che è uno degli eventi più belli e attesi, quello di Acireale è un Carnevale davvero lungo. Le maestranze dei carristi che preparano con l’antica arte della cartapesta i carri allegorici lavorano per mesi. E, infatti, sono tantissimi i visitatori che approfittano delle varie domeniche per recarsi in questa città e assistere alle manifestazioni. E ce n’è per tutti i gusti e per ogni età.

Una maschera del Carnevale di Acireale
I gruppi in maschera che sfilano per il concorso

Al via l’8 febbraio. Prevista l’inaugurazione del Food Village, con lo Chef Natale Giunta de “La Prova del Cuoco” e Valeria Raciti, vincitrice MasterChef Italia 2019. Nel pomeriggio ci sarà l’inaugurazione delle mostre, dei carri in miniatura, The Carnival – Switch on art, cartoline e poi l’esposizione dei carri. Alle 16 in piazza Duomo il sindaco di Acireale consegnerà la chiave della Città alla Madrina del Carnevale, Giulia Arena, Miss Italia 2013 e protagonista della soap opera “Il Paradiso delle Signore” su Rai 1. A seguire la grande parata d’apertura, presentazione ufficiale e sfilata degli otto carri allegorico-grotteschi. E poi spettacoli e musica fino a sera. Anche domenica spettacoli e musica.

Il secondo weekend di festa

Ma non ci si ferma alla prima domenica. Il Carnevale riprende il venerdì 14. E ancora sfilate e mostre, sabato e domenica. Spazio anche alla fiera del fumetto e mostra d’arte sul Carretto Siciliano. Domenica mattina dalle 9 ci sarà il Trofeo del Carnevale corsa su strada “Correndo per Aci”. Il divertimento torna mercoledì 19 con uno spettacolo di danza con la partecipazione delle scuole di ballo acesi. Giovedì 20, giovedì grasso, sfilata delle scuole in maschera e omaggio alle musiche Disney per un momento dedicato ai più piccoli, con la partecipazione di Giorgio Vanni e le sigle dei cartoni animati.

Carro allegorico del Carnevale di Acireale
Un carro allegorico dell’edizione del 2019 del Carnevale di Acireale

La terza domenica di Carnevale

Ultimi giorni, a partire dal 22 febbraio, con le esposizioni dei carri e le sfilate. Esposizione, nel pomeriggio, anche dei carri infiorati che poi sfileranno. In serata Daria Biancardi in concerto. Domenica e lunedì ancora sfilate e musica. Il gran finale sarà martedì con la chiusura e la premiazione dei concorsi.

Non solo carri e gruppi: gli eventi collaterali alle sfilate

Per chi raggiungerà Acireale ci sarà la possibilità di ammirare anche i Carri in miniatura dall’8 al 25 febbraio a cura dell’Associazione Culturale Gruppo Liberi Artisti – Corso Umberto, 114/A. E poi il diciottesimo campionato di scacchi a squadre “Trofeo di Carnevale 2020 Città di Acireale”. Lunedì 24 febbraio alle 16 al Club Frecce Tricolore – Via A. Raffaele, 4. A seguire, mostra dei bozzetti dei Carri del Carnevale XXII mostra sul Carnevale.

Un carro allegorico
Un carro del Carnevale di Acireale raffigurante il presidente Trump

Si aggiunge, poi, un Concorso di disegno su cartolina postale a cura dell’Associazione Filatelica Numismatica Acese e un Annullo postale commemorativo. Domenica 9 il Rally Motor Show Trofeo del Carnevale dalle 9 alle 12 zona Tupparello. E poi La fabbrica dei coriandoli”, Viaggio nella trasformazione della carta bianca in coriandoli colorati, alla Tipografia Massimino – via Cavour, 50. Previsti anche Incontri Culturali alla Sala Pinella Musmeci – Villa Belvedere dal 10 al 14 febbraio.

Le immagini sono tratte dalla pagina Facebook ufficiale del Carnevale di Acireale

Federica Puglisi

Autore: Federica Puglisi

Giornalista professionista dal 2009, una laurea in lettere moderne e un master nel cassetto. Questa sono io: una passione profonda per la scrittura come per l’arte in tutte le sue sfaccettature. Collaboro da anni con varie testate giornalistiche locali e nazionali e amo raccontare dei luoghi e della gente. Mi occupo di comunicazione per enti pubblici e privati, ma sono poco incline alla “mania” dei social. Se potessi tornerei alla penna e alla carta, come si faceva un tempo.
Finalmente inizia l’incredibile Carnevale di Acireale ultima modifica: 2020-02-08T14:00:00+01:00 da Federica Puglisi

Commenti