La pasta e fagioli è un piatto tipico italiano di cui esistono diverse varianti regionali….la regione di origine è incerta. Io ovviamente, essendo campano, ho preparato questo piatto nel modo tradizionale della mia regione di appartenenza, infatti, nella cucina napoletana una particolarità della pasta e fagioli, così come per la pasta cotta con altri legumi… è che la pasta viene cotta direttamente insieme ai legumi, invece che essere cotta in acqua salata a parte, prima di essere aggiunta ai fagioli. Come pasta ho scelto le “Mezze maniche rigate” originarie dell’Italia centro-settentrionale, conosciute anche, specie in Emilia Romagna, come “maniche di frate”, abili nel trattenere i condimenti più diversi, da quelli corposi come i ragù a quelli più lisci e cremosi. Risultato …un piatto estremamente gustoso, perfetto per chi ama la classica pasta e fagioli ma anche per chi non disdegna l’accostamento con i crostacei. Ho abbinato i gamberi, in questa ricetta sfumati con il brandy, che accompagna meravigliosamente il gusto delicato e dolce di questi crostacei, ricchi di preziosi sali minerali, vitamina B12 e buone proteine, inoltre sono poco calorici.

Tempo di realizzazione: 1 ora
Grado di difficoltà (da 1 a 5): 1

Ingredienti per 2 persone
160 g di pasta
Fagioli cannellini (io ho usato quelli in barattolo, quindi in questo caso 1 barattolo da 400 g)
½ cucchiaio di concentrato di pomodoro
Sedano
Olio evo
Aglio
Sale
Pepe

Per i gamberi:
10 gamberi
Aglio
peperoncino
½ bicchiere di cognac
Olio
sale
Prezzemolo

Mezze maniche rigate con fagioli cannellini e gamberi - particolare del piatto

Procedimento per realizzare le Mezze maniche rigate con fagioli cannellini e gamberi 

Metto a soffriggere aglio e olio, poi aggiungo il concentrato di pomodoro, regolo di sale e aggiungo i fagioli, il sedano e 2/3 bicchieri d’acqua e lascio cuocere, prima di calare la pasta però, mi regolo che il sugo sia in quantità sufficiente per far si che la pasta cuocia, altrimenti ne aggiungo ancora.
Mentre la pasta cuoce, metto a soffriggere in un tegamino olio, aglio e peperoncino di nuovo, aggiungo i gamberi (precedentemente puliti), lascio insaporire, poi sfumo con il cognac, lascio evaporare, aggiungo il prezzemolo, tolgo l’aglio e lascio andare a fiamma moderata.
A fine cottura anche dei gamberi, nella stessa padella aggiungo la pasta e fagioli, togliendone qualcuno per decorare il piatto, (preciso che la pasta e fagioli a fine cottura non deve risultare brodosa ma “cremosa”, per cui occhio all’acqua che aggiungete).

Mezze maniche rigate con fagioli cannellini e gamberi - piatto decorato

Impiatto decorando le “mezze maniche” con i gamberi e spolverando con un po’ di prezzemolo tritato e pepe.
La ricetta è stata realizzata da Amerigo Morgia

Marco Spetti

Autore: Marco Spetti

Ma chi è Marco Spetti?
Un appassionato di gastronomia che un bel giorno ha deciso di fondare un gruppo su Facebook, insieme alla sua amica Maria Antonella Calopresti, che porta il titolo di “Quelli che… non solo dolci”, un gruppo nato 2 anni fa e che oggi conta più di 30.000 iscritti. Un gruppo dove si condividono ricette, esperienze ed esperimenti il tutto in un clima goliardico. Vanta collaborazioni con importanti riviste di pasticceria.

Lascia il tuo voto:
recipe image
Nome Ricetta
Mezze maniche rigate con fagioli cannellini e gamberi
Nome Autore
Pubblicato il
Tempo Totale
Voto Medio
51star1star1star1star1star Based on 1 Review(s)
Mezze maniche rigate con fagioli cannellini e gamberi ultima modifica: 2018-10-24T09:00:34+00:00 da Marco Spetti

Commenti