La Dieta Mediterranea, apprezzata scientificamente per la prima volta dallo statunitense Ancel Keys, è stata anche dichiarata dall’Unesco “Patrimonio orale e immateriale dell’umanità per l’efficacia. Pane, pasta, frutta, verdura, legumi, olio extra-vergine d’oliva, pesce azzurro e poca carne, sono un toccasana per la nostra salute. Questo tipo di alimentazione fu chiamata “Mediterranean Diet”, Dieta Mediterranea appunto. Seguire la dieta mediterranea dovrebbe essere un po’ la nostra natura d’italiani, e basta farlo, assaporandola in tutta la sua varietà d’ingredienti.

Ancel Keys e la dieta mediterranea

Ancel Keys era un biologo e nutrizionista dell’Università del Minnesota; inviato con l’esercito durante la Seconda guerra mondiale, elaborò, per il Ministero U.S.A. della guerra, un programma sull’alimentazione dei soldati. Nei primi anni cinquanta, Keys partecipò a Roma a un Convegno sull’alimentazione, da cui uscì entusiasta nel vedere dati oggettivi che avvaloravano le sue teorie. Egli fu colpito dalla bassa incidenza di patologie cardiovascolari e di disturbi gastrointestinali in alcune aree vaste del Mediterraneo.

dieta mediterranea

Keys iniziò ufficialmente il primo studio ufficiale riguardo alla dieta mediterranea in alcune zone d’Italia. Dopo molti anni di ricerche, Ancel Keys concluse che l’alimentazione a base di pane, pasta, frutta, verdura, legumi, olio extra-vergine, pesce azzurro e poca carne, era la responsabile di grandi effetti positivi sulla popolazione locale.

Tornare in forma dopo le vacanze, ecco la dieta ideale

In estate, specie durante le vacanze ci si abbandona a diversi stravizi, ma poi a settembre, nasce l’esigenza di tonare in forma. Quale dieta migliore scegliere allora se non la dieta mediterranea? Verdura, pesce e frutta naturalmente devono essere sempre in cima alla piramide, per riconquistare l’ideale peso-forma, ma senza eliminare del tutto pasta e pane. Non fa affatto bene saltare i pasti, o fare diete squilibrate o iperproteiche, ma è bene riprendere una moderata e costante attività fisica.
Mai abbandonarsi al digiuno, poiché affatica e abbassa il metabolismo; non conta solo il calcolo delle calorie, ma fare cinque pasti giornalieri: colazione, spuntino a metà mattina, pranzo, spuntino nel pomeriggio e cena. Un regime equilibrato servirà non solo a purificare l’organismo dalle abbuffate delle feste e dagli stravizi alcolici, ma anche a riacquistare equilibrio. La frutta e la verdura, consumati in almeno cinque porzioni giornaliere, essendo ricche di vitamine che regolano il nostro metabolismo sono come medicine naturali.

dieta mediterranea
Perché non approfittare di spremute d’arancia quando sono di stagione, e consumare le verdure fresche a pranzo e a cena e carote per uno snack. Importante è anche ridurre le porzioni, evitando di riempire tutto il piatto, senza rinunciare a un piatto di pasta al pomodoro e un filo d’olio.
Sempre seguendo i dettami della dieta mediterranea, è meglio scegliere il pesce azzurro fresco, preferendolo alla carne, optando per carni bianche come pollo e coniglio. Il pesce contiene acidi grassi polinsaturi, antiossidanti, ed è meno calorico e molto più digeribile rispetto alla carne e consigliato anche per i bambini.
Se davvero si vuole tornare in forma, meglio evitare troppi grassi e zuccheri raffinati, contenuti per lo più in dolci elaborati e grassi. Evitiamo anche i cibi molto salati, specie gli insaccati e soprattutto se confezionati con carne rossa. Se si osserveranno poche regole di autodisciplina, con cereali, legumi e apporto di carboidrati, proteine e sali minerali, non sarà difficile ottenere dei risultati.

dieta mediterranea

La dieta mediterranea ci è amica, tuttavia qualche volta si può fare qualche strappo alla regola; non si deve essere troppo rigidi a tavola, poiché un “peccato di gola” ogni tanto ci gratifica, ci premia e migliora l’umore e il sorriso.
Mettiamoci in cucina e cuciniamo!
Naturalmente non bisogna mai dimenticare di fare un po’ di sport in palestra, o approfittando delle buone giornate fare delle camminate o jogging, perché no? Sono sufficienti anche delle rilassanti passeggiate o rinunciare alla macchina, al bus e fare le scale invece di prendere l’ascensore. La dieta mediterranea è nostra amica, quindi non abbandoniamola.

Simona Aiuti

Autore: Simona Aiuti

Mi chiamo Simona Aiuti, sono giornalista, web editor e autrice di romanzi.
La scrittura è parte di me, infatti, amo la letteratura, la storia, lo sport, l’arte, ed esplorare i mutamenti del costume. Mi piace andare alle mostre e nei musei, sono curiosa del mondo.

Dieta mediterranea, l’ideale per tornare in forma dopo gli stravizi delle vacanze ultima modifica: 2018-09-10T09:00:54+00:00 da Simona Aiuti

Commenti