Uno dei percorsi più belli del mondo tutto made in Italy

Agli amanti del trekking ogni occasione è buona per cercare nuovi interessanti percorsi e qui si propone “La Via degli Dei”. L’Italia ha tanti sentieri facilmente percorribili. Magari con il supporto di una piccola guida si può girare tra le bellezze italiane. Un pregio per chi è appassionato delle lunghe passeggiate.
La Via degli Dei è uno dei percorsi più suggestivi che aggancia due città del nord Italia. Da Firenze a Bologna è stata da poco tempo recuperata un’antica strada. Questa è facilmente percorribile a piedi, nonostante i molti chilometri.

Ma niente di più piacevole che camminare in un luogo pulito, in mezzo al verde, e fermarsi di tanto in tanto. Alcuni hanno persino definito La Via degli Dei come il Cammino di Santiago in versione made in Italy.
Le tappe durante la tratta Firenze-Bologna sono certamente fra le più interessanti. Non solo per la ricchezza storica delle località attraverso le quali si cammina, ma anche per le attività culinarie.

Via degli dei
Via degli dei

Una strada romana immersa tra le divinità

Sono diversi i giorni che si possono impiegare per attraversa i 130 chilometri dal centro di Bologna fino a Firenze. Ma sembra valerne veramente la pena!
Il percorso è guidato tramite segnaletica in modo preciso così da evitare fastidi e dubbi durante la propria attività di trekking. La Via degli Dei è chiamata così perché circondata da tre monti che prendono nomi di divinità: Adone, Venere, Monzuno (Giove) e Luario. Un percorso quindi sin da sempre benedetto da entità superiori e divinità.

Su alcune guide sono ben cinque le tappe segnalate come preziose durante il cammino. Si parte dal presupposto che questa è una strada molto antica usata da sempre per gli spostamenti. Si tiene conto e rispetto del calore storico che quindi supporta tale passaggio.
Solo in epoca romana si è potuto accedere in modo più agevole tramite questa strada, poiché si ritenne che potesse essere una buona soluzione per lo spostamento rapido delle milizie. Seppur sistemata presenta comunque alcuni momenti di difficoltà che potrebbero rallentare la piacevole gita.

indicazioni via degli dei
indicazioni via degli dei

Le cinque tappe per seguire correttamente il percorso

Partendo da Bologna si passa attraverso l’arco del Meloncello, il portico più lungo del mondo. Questo conduce al santuario della Beata Vergine di San Luca.
Si arriva così facendo sul sentiero verso Brento. Qui ci troveremo al centro tutela e ricerca di fauna esotica e selvatica di Monte Adone, altra tappa da non perdere assolutamente!
Proseguendo da Madonna dei Fornelli ci si può finalmente addentrare nella parte naturale del percorso. Si va poi oltre per il bosco tramite una strada romana fino al Monte di Fò.

A quel punto l’ultimo tratto prima di proseguire è arrivare all’Apparita, continuando lungo per una strada asfaltata prima di immergersi nuovamente nel bosco e proseguire. Durante questo percorso è possibile non solo trovare molti agriturismo e ristoranti pronti ad accogliere gli avventurosi viaggiatori, ma anche luoghi dove alloggiare per riposarsi e ripartire più energici di prima!

http://www.viadeglidei.it/index.php?lang=it

Francesca Shissandra

Autore: Francesca Shissandra

Francesca D’Elia. Studentessa presso la facoltà di editoria e pubblicistica in Salerno. Attratta dalla scoperta del nuovo e dal confronto con persone di diverse etnie e culture, sempre alla ricerca di incredibili storie e fantastiche personalità. Amante della natura, dei suoi suoni e dei suoi colori. Segno zodiacale: bilancia.

Trekking: La Via degli Dei da Bologna a Firenze ultima modifica: 2017-05-11T08:14:53+00:00 da Francesca Shissandra

Commenti